Cultura e tempo libero / Cinema

Commenta Stampa

Da "La parte degli angeli" a "La cuoca del presidente"

Cinema: la guida per chi odia i cinepanettoni

Tutti i film di Natale

Cinema: la guida per chi odia i cinepanettoni
09/12/2012, 13:13

ROMA - Se a Natale non si ha alcuna voglia di ridere, capita, e si vuole comunque andare al cinema non è certo facile. E’ giungla tra cine-panettoni, più o meno edulcorati, mega-animazioni in 3d o in due dimensioni, kolossal, commedie frivole e film anche troppo demenziali per essere considerati. Ma se si cerca bene, qualcosa c’è. Ecco una piccola guida dei film in uscita in questi giorni.

“La parte degli angeli” di Ken Loach. Da Ken “il rosso” un film, scritto dal fedele Paul Laverty e prodotto da Rebecca O'Brien, che racconta una storia delicata e comica. Quella di un giovane delinquente di Glasgow, Robbie, che cerca di sfruttare la sua particolare sensibilità gustativa per i whisky per un “colpo” del tutto anomalo. In sala il 13/12 (Bim).

“La cuoca del presidente” di Christian Vincent ha come protagonista Hortense Laborie, cuoca di provincia. Con sua grande sorpresa, il presidente della Repubblica francese la nomina responsabile della sua cucina personale all'Eliseo. Nonostante le gelosie degli chef che operano nel Palazzo, Hortense riesce ad imporsi grazie al suo carattere forte. La genuinità della sua cucina sedurrà in poco tempo il capo di stato. Dietro al personaggio di Hortense Laborie si nasconde la vera storia di Daniele Delpeuch, cuoca della regione del Perigord chiamata nel 1986 dal presidente francese Francois Mitterrand per occuparsi delle cucine dell'Eliseo. Il 13/12 (Lucky Red).

“Love is all you need” Susanne Bier. La regista danese si misura questa volta con una commedia romantica con protagonista Pierce Brosnan che si innamora della consuocera (Trine Dyrhlm) incontrata al matrimonio a Sorrento dei rispettivi figli. Peccato solo l'immagine da cartolina dell'Italia. Il 20/12 (Teodora).

“La regola del silenzio” di e con Robert Redford, mette in campo un thriller scomodo, tra politica e impegno sociale, con un cast all star: accanto a Redford, troviamo Shia LaBeouf, Julie Christie, Sam Elliott, Jackie Evancho, Brendan Gleeson, Terrence Howard, Richard Jenkins, Stanley Tucci, Nick Nolte e Susan Sarandon. Già fuori concorso a Venezia, il film racconta di un Redford dal passato scomodo. In gioventù era stato infatti un vecchio militante del movimento di ispirazione comunista-rivoluzionaria Weather Underground, nato nel 1969 come frangia radicale della non violenta Sds (Students for a Democratic Society), in risposta alla Guerra in Vietnam. Il 20/12 (01).

“Vita di Pi” di Ang Lee è una straordinaria odissea di un ragazzino e una tigre che sopravvivono 227 giorni su una scialuppa in mare. Il film è tratto dall'omonimo bestseller di Yann Martel (sette milioni di copie) ed è la prima incursione del regista americano nato a Taiwan nel mondo del 3D. Il 20/12 (Fox).

“Holy motors” di Leos Carax, già in concorso a Cannes e definito “il film più folle della selezione”, ha come protagonista il multi-anime Mr. Oscar (l'eccezionale Denis Lavant) che è tante cose insieme: padre di famiglia, industriale, un uomo morente nel suo letto, una creatura mostruosa e, infine, assassino e vittima allo stesso tempo. E tutto questo, come si dice a un certo punto, forse solo per ''la bellezza del gesto”.

“Shadow dancer” di James Marsh. Siamo negli anni Novanta in Irlanda del Nord. Colette, al centro delle lotte dell'IRA contro il governo, viene presa dalla polizia che le offre la possibilità di non andare in galera (e non essere allontanata dal figlio di 10 anni per altri 25), ma di collaborare diventando in sostanza una spia. La prima occasione è un attentato che i suoi compagni stanno preparando. Ma se la polizia è pronta a mettere in atto la minaccia al primo tentennamento, il rischio di essere scoperta dall'Ira è altrettanto agghiacciante. A gennaio (Moviemax).

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©