Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

Cinque appuntamenti in musica sul palcoscenico della Sala Assoli di Napoli


Cinque appuntamenti in musica sul palcoscenico della Sala Assoli di Napoli
24/03/2012, 08:03

Il concerto de I Posteggiatori Tristi, dal titolo Concertino 'ntussecato, darà il via, mercoledì 28 marzo 2012 alle ore 20.30, alla rassegna MusicAssoli, cinque appuntamenti in musica che vedranno alternarsi, sul palco della Sala Assoli di Napoli fino a domenica 1 aprile 2012, altrettanti speciali artisti del panorama musicale contemporaneo.

La Sala Assoli di Napoli, da oltre trent’anni, è luogo privilegiato di produzione teatrale, spazio per residenze artistiche e creative, spazio polivalente per i linguaggi delle arti e dello spettacolo, luogo intimo e informale, dove artisti e pubblico riescono a “guardarsi” in volto, scambiandosi, reciprocamente, sensazioni ed emozioni.

Dopo l’esperienza con la rivista Monitor, che ha proposto una settimana di approfondimento sulla nostra società attraverso lo strumento del documentario, e la rassegna Quelli che la danza, svoltasi nella prima settimana di marzo, la programmazione della Sala Assoli volge lo sguardo alla musica, presentando MusicAssoli, una settimana di concerti, che vedrà alternarsi sul palco vari generi e artisti della scena musicale contemporanea.

Il primo appuntamento di MusicAssoli, mercoledì 28 marzo alle ore 20.30 è con I Posteggiatori Tristi, che proporranno Concertino 'ntussecato, con la partecipazione dell’attrice Valentina Curatoli, nei panni della debuttante soubrette Sciarlotta Sciarappa e con la collaborazione artistica della regista e drammaturga Sara Sole Notarbartolo, per l’occasione sotto il falso nome di Rasa Luna Similbartolich. La tradizione musicale della posteggia incontra il teatro, dando vita a un esperimento drammaturgico che si rifà alle atmosfere del Café Chantant e alle avventure e disavventure delle compagnie d’avanspettacolo del secolo scorso.

Giovedì 29 marzo alle ore 21.30, nell’ambito della seconda edizione di Pensator della restia sponda, rassegna che ha segnato a Napoli una nuova apertura nei confronti del cantautorato nostrano, portando artisti e piccoli eventi in nuovi spazi, il palco della Sala Assoli ospiterà ViaggioInDuo, formazione musicale nata nel 2006 dall’incontro tra due giovani musicisti partenopei, Mariano Bellopede (pianoforte) e Carmine Marigliano (flauto traverso), che presenteranno il loro secondo disco “Secondo noi” (etichetta Polo Sud). In esclusiva per questa data partenopea saranno accompagnati dalla straordinaria attrice e cantante Lalla Esposito, che presta la sua voce anche nel disco per il brano “De Mar” di Bellopede.

Venerdì 30 marzo alle ore 20.30 l’appuntamento sarà con Francesco La Barbera e Dario Franco in Acoustic Duo, dove il jazz diventa uno strumento per descrivere la quotidianità. Nel loro concerto, Francesco (alla chitarra acustica sei e dodici corde) e Dario (al contrabbasso) propongono brani tratti da “Le Isole dell’Estate” e versioni acustiche di brani contenuti in “Not too late”, insieme ad alcuni inediti che saranno inseriti nel prossimo album acustico del chitarrista. La dimensione d’ascolto è quasi cameristica, e coniuga elementi dell'american fingerstyle con tratti d’improvvisazione jazzistica e atmosfere evocative.

Il secondo appuntamento proposto da Pensator della restia sponda, sabato 31 marzo alle ore 21.30, avrà come protagonista il polistrumentista Gerardo Casiello. Il cantante musicista e autore di testi, mescola al ricco folclore della terra del Sannio, da cui proviene, una molteplicità di suggestioni e orizzonti musicali. Il risultato si chiama “Contrada Casiello”, suo progetto musicale, nonché album d’esordio abitato da “piccole storie che raccontano un mondo in bilico tra fantasia e ricordi popolato da un’umanità variopinta come figurine che si muovono in un teatro senza copione: contadini, barbieri, belle ragazze i cui sguardi trafiggono il cuore”. Personaggi in cui ognuno può riconoscere un pezzetto di sé. Ad accompagnare le sue storie, musica dalle sonorità jazz e ritmi sudamericani, senza mai dimenticare gli arrangiamenti di stampo cantautoriale.

Domenica 1 aprile alle ore 20.30 la rassegna si chiude con un piccolo gioiello, il concerto Abitare il sogno di Pippo Pollina, una delle voci più originali e interessanti del panorama cantautorale italiano.

Il cantautore siciliano, torna sul palco per approfondire e raccontarci un altro pezzetto della sua carriera, delle sue esperienze nel suo viaggio di musica e parole lungo trent'anni, inaugurato lo scorso gennaio con l’uscita della sua biografia dal titolo “Abitare il sogno: vita e musica di Pippo Pollina”, edita da Stampa Alternativa.

Come fa un amico giramondo, che ritorna da un lungo viaggio con la voglia di raccontare, raccontarsi e condividere, Pollina approda di nuovo in Italia, dove ormai ad attenderlo c’è un folto gruppo di affezionati e fedelissimi amici-fan.

Pollina, il “guerriero” pacifista, armato della sua chitarra “che ha ragione e sentimento”, sarà accompagnato sul palco dal sassofono soprano di Gaspare Palazzolo, per riproporre i brani più rappresentativi della sua carriera artistica, con il sapiente ed eloquente ausilio dei suoi racconti, con la maestria di chi sa scegliere il mezzo espressivo più evocativo per descrivere certe sfumature, ora in italiano, ora in spagnolo, ora in tedesco, ora in inglese e raggiungere così le corde di anima, cuore e testa di chi lo ascolta.

Tra le canzoni e i racconti saranno proiettati dei sorprendenti filmati. Immagini private e pubbliche, sequenze delle stazioni artistiche di Pippo Pollina e momenti di vita comunitaria che fanno di questo spettacolo, per il suo carattere multimediale, una novità assoluta nel repertorio dell’artista.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©