Cultura e tempo libero / Teatro

Commenta Stampa

“Come Alice...”, nel giardino delle meraviglie

All’Orto Botanico di Napoli da sabato 8 giugno

“Come Alice...”, nel giardino delle meraviglie
05/06/2013, 09:45

NAPOLI - Da sabato 8 giugno (ore 11, replica domenica 9 e successivamente per tutti i fine settimana del mese), torna in scena uno dei titoli più amati dal pubblico napoletano, quello che nell’arco dei quindici anni di attività all’Orto Botanico è stato maggiormente richiesto e rappresentato tra i tanti allestiti per La Scena Sensibile, la rassegna di teatro per le giovani generazioni ideata e realizzata dall’Associazione I Teatrini insieme all’Università degli Studi Federico II, in collaborazione con MiBac, Regione Campania e Comune di Napoli .

“Come Alice...”, rilettura del capolavoro di Lewis Carroll, è interpretato da Adele Amato de Serpis, Cristina Messere, Monica Costigliola e Valentina Carbonara, con maschere, figure e costumi creati da Rosellina Leone e Francesca Caracciolo. L’allestimento è ispirato ad Alice nel paese delle meraviglie, con una formula itinerante che realizza un percorso surreale in cui i personaggi del famoso libro assumono nel gioco teatrale caratteristiche tali da legarsi, in maniera peculiare e significante, al contesto naturale in cui agiscono. Alice, la protagonista, si presenta sin dall’inizio ai giovanissimi spettatori semplicemente come una bambina cresciuta troppo in fretta che ha dimenticato tutto, compreso il suo nome. ’’La sua figura - commenta l’autrice e regista - è quella di una ragazzina alla ricerca di se stessa, metafora surreale della crescita e del disagio che il cambiamento fisico le procura. Un’Alice che ha dimenticato tutto quello che sapeva, prima di crescere improvvisamente, e che si mette in moto, con l’aiuto dei bambini, per ritrovarsi. Questa ricerca unisce il personaggio ai piccoli spettatori, creando tra essi sentimenti di solidarietà, di protezione e di sostegno nei confronti dell’indifesa protagonista”. La storia si conclude con il passaggio di tutti in un magico labirinto, il felceto dell’Orto Botanico dove, secondo la leggenda, è possibile ritrovare i nomi smarriti. Riappropriandosi del suo nome e dei suoi ricordi, Alice potrà allora esistere di nuovo, insieme ai suoi fedelissimi compagni di viaggio. Il carattere itinerante della messinscena permette al pubblico di interagire con i famosi personaggi del libro di Carroll, in un luogo dove la natura si impone, mescolandosi agli eventi teatrali.

Biglietto: euro 7, unico per adulti e bambini; info e prenotazioni tel. 0810330619 (ore 9,30 - 14) www.iteatrini.it

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©