Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Comicon Off, Mostra al Cervantes


Comicon Off, Mostra al Cervantes
12/04/2011, 18:04

Complicità e affinità culturali sono le componenti che garantiscono dal 2007 la felice collaborazione tra Instituto Cervantes Nápoles e Comicon nel voler indagare l’enorme mondo della nona arte di lingua spagnola. Quest’anno, in virtù del tema di COMICON [la musica] si è pensato di coinvolgere alcuni fumettisti spagnoli che nell’ultimo periodo hanno realizzato opere che toccano temi relativi ad altre arti. Ospiti privilegiati della partnership, allora, sono per l’edizione 2011 David Rubin e Roger & Raule (alias Roger Ibañez e Raul Anisa Arsis). Il primo è un giovane ma già affermato artista galiziano, che darà alla stampe in Italia il suo lavoro basato sulla tragedia di Shakespeare “Romeo e Giulietta” per l’editore Tunué. Il duo catalano, invece, è autore di “Jazz Maynard”, graphic novel molto apprezzata in patria e da poco pubblicata nella nostra penisola per Edizioni BD, e racconta un fatto noir ambientato nel mondo della musica.

L’allestimento nella sala mostre del Cervantes prevede l’esposizione di 40 tavole originali di dimensioni 0,50metri x 0,70metri tratte dal fumetto “Jazz Maynard”. Tra queste, bozzetti, schizzi a matita e illustrazioni a china. Ancora, gli originali tratti dall’adattamento a fumetti della tragedia shakesperiana “Romeo e Giulietta”, nello studio della relazione che esiste tra fumetto e letteratura. Non mancheranno lavori tratti dai principali lavori pubblicati da Rubin, contributi video e altre illustrazioni, per altrettante 40 opere nel formato 0,35x0,50. Orari visite mostra: dal lunedì al giovedì dalle 10 alle 18; il venerdì dalle 10 alle 14. Ingresso libero.

Il duo catalano Roger & Raule, poi, giovedì 28 aprile alle 10.30 sarà protagonista dell’incontro che si terrà nella Sala Teatro dell’Accademia di Belle Arti di Napoli in via Santa Maria di Costantinopoli per discutere sul tema “Il fumetto spagnolo contemporaneo e l'interazione con le altre arti”. Previsti anche gli interventi di Claudio Stassi, autore italiano residente a Barcellona, e di Mario Punzo, direttore della Scuola Italiana di Comix e professore di decorazione all’Accademia.

Note sugli artisti e sulle opere in mostra: David Rubín nasce nel 1977 nella città degli inverni polari e delle estati di inferno perpetuo: Orense. Qui studia design grafico alla scuola di arte “Antonio Faílde” e poco dopo inizia a lavorare nel settore del fumetto, dell’animazione e dell'illustrazione. Nel 2006 vince il primo premio come miglior fumetto al festival de La Coruña e ottiene una nomination come miglior autore rivelazione al Salone internazionale del fumetto di Barcellona con la storia “Dove nessuno può arrivare”, pubblicata in Spagna e poi tradotta in Francia e in Italia (Tunué, 2007).

“La sala da thé dell’orso malese” (Tunué, 2009) gli vale quattro nomination ai premi della 25° edizione del Salone del Fumetto di Barcellona: Miglior opera nazionale, Migliore sceneggiatura, Miglior disegno e Autore rivelazione, vincendo poi il premio in quest'ultima categoria. La graphic novel è stata vincitrice anche dei Premi della Critica 2007 nella categoria Miglior opera dell'anno e ha permesso all’autore di concorrere come finalista nella prima edizione del Premio Nazionale di Fumetto.

Membro fondatore e disegnatore attivo del collettivo di autori di fumetto Polaqia, attualmente Rubín concilia il suo lavoro come autore di fumetto ed illustratore con quello di regista di cinema di animazione per la casa di produzione Dygra Films, per la quale ha codiretto, insieme a Juan C. Pena, il lungometraggio di animazione 3D “Spirito del Bosco” e sta preparando il suo secondo lungometraggio: Holy Night!?. Ora risiede a La Coruña, ha un gatto, disegna nei bar e balla l'agarrao - danza tipica della Galizia - con sollecitudine e senza vergogna.

ROMEO & GIULIETTA. La straziante storia amorosa ambientata in Italia e narrata dal bardo britannico è stavolta disegnata da Rubin, in collaborazione con Ricardo Gómez, in 32 pagine dal formato centimetri 17x24. A Verona la rivalità fra due famiglie non impedisce ai loro figli – Romeo e Giulietta – di innamorarsi. La loro passione non conosce ostacoli, ma nessuno immagina un finale così triste. “Due famiglie di identico prestigio vivono di un odio antico che alimenta un nuovo odio”, è l’incipit del libro, che lascia un interrogativo: “Pensi ancora che i classici siano qualcosa del passato”?

Roger&Raule Raul Anisa Arsis, in arte Raule, classe 71, è uno degli sceneggiatori piú prolifici e attivi del mercato fumettistico spagnolo. In coppia con Roger Ibañez crea il suo personaggio più famoso “Jazz Maynard”, una serie di 4 tomi pubblicata in differenti paesi europei: Francia, Spagna, Germania e Italia. Roger Ibañez, classe 77, è tra i più interessanti disegnatori del mercato spagnolo. Pubblica per vari editori spagnoli prima di approdare con il collega Raule in Francia con la loro serie “Jazz Maynard”, progetto che gli da visibilità in gran parte del mercato europeo e che lo incorona al Festival del Fumetto di Barcellona come Miglior Disegnatore nel 2008.

JAZZ MAYNARD. Roger & Raule, al contrario, illustrano l’esistenza di Jazz Maynard, trombettista cresciuto nel Raval, quartiere tristemente celebre di Barcellona, che a ognuno assicura solo due futuri: galera o obitorio. Una vita senza speranza, da cui Jazz fugge, lasciandosi tutti alle spalle. Per dieci anni. Al suo ritorno, tutto sembra uguale – famiglia, amici, città – eppure tutto è cambiato. Judas, il suo migliore amico, è diventato il capo della malavita locale, e cerca di trascinarlo di nuovo in un mondo di violenza. Finché una dolorosa rivelazione porterà gli amici d’infanzia a impugnare le pistole insieme per rivendicare il proprio futuro...

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©