Cultura e tempo libero / Enogastronomia

Commenta Stampa

Conca dei Marini, da domani 1 agosto inizia la festa della sfogliatella Santarosa


Conca dei Marini, da domani 1 agosto inizia la festa della sfogliatella Santarosa
31/07/2012, 09:38

Conca dei Marini –Da domani (1 agosto) a tutto ottobre, Conca dei Marini si prepara a festeggiare la sfogliatella Santarosa con vari momenti. Infatti questo dolce barocco, della Campania, sarà oggetto di un convegno, una grande festa (2 agosto) e di un concorso (11-12 ottobre).

Del resto dire Santarosa e pensare a Conca dei Marini è tutt'uno, visto che fu inventata nel 1700 dalle suore di clausura dell'omonimo convento.

Ecco gli appuntamenti.

1 agosto, 20,45 nella chiesa di Santa Maria del Grado, convegno “La sfogliatella Santarosa tra storia e tradizione”. Con la partecipazione dei maestri pasticceri, Sal De Riso e Nicola Pansa; Salvatore Criscuolo, presidente dell'associazione Aloe; Peppe Iannicelli, scrittore e giornalista; Cinzia Carrano, pianista; Antonella De Chiaro, soprano; Lucilla Giagnoni, pianista; Modererà la giornalista Sara Cerrato.

2 agosto, si svolgerà la festa della Santarosa lungo un percorso che comprende tutto il paese con aperitivi, gastronomia e dolci santarosa realizzati da Sal De Riso. Per info comune di Conca dei Marini, assessorato al turismo 089831301

La novità di questa edizione è invece la sfida che l'associazione Aloe di Conca dei Marini rivolge ai pasticceri e cuochi d'Italia. Chi vorrà cimentarsi nella preparazione della sfogliatella Santa Rosa, tra tradizione e innovazione, può mandare il proprio curriculum all'indirizzo santarosaconcafestival@gmail.com e aspettare di essere scelto.

Per la prima edizione del concorso a premi “SantaRosaConcaFestival”, saranno selezionati solo 10 concorrenti che, nei giorni 11 e 12 ottobre, saranno ospiti dell'associazione ALOE a Conca dei Marini, negli alberghi di questo paese da sogno della Costiera amalfitana.

I concorrenti selezionati dovranno dare prova di abilità e inventiva, interpretando la sfogliatella Santa Rosa in due versioni: classica e innovativa.

Le migliori, giudicate da un panel di esperti, capitanati da Sal De Riso, decreteranno i vincitori delle due sezioni. L'evento è patrocinato dal comune di Conca dei Marini e dalla Proloco. Si avvale della collaborazione del Molino Caputo. Per tutti gli aggiornamenti vedere la pagina di Face Book santarosaconcafestival.

 

A parte il bando.

 

Box: La storia della Santa Rosa

 

I più credono che la sfogliatella sia nata a Napoli. Ma, in realtà, il bravo Pasquale Pintauro, oste prima che pasticcere, utilizzò una ricetta svelatagli dalla zia, monaca del Monastero di Santa Rosa di Conca dei Marini, e riuscì, a partire dal 1818, ad imporre la sfogliatella come uno dei classici dolci partenopei.

Erano trascorsi oltre 100 anni dalla sua creazione, ad opera di una suora cuciniera dello splendido convento di Conca dei Marini, dedicato a Santa Rosa. Lei, per non buttare alcuni avanzi, mise insieme: semola, frutti, uova e liquore al limone e, con una sfoglia, realizzò una torta, che, in seguito, modificò, dandole la forma di una conchiglia: la capostipite delle sfogliatelle.

Crema chantilly e amarene guarnivano, allora come oggi, questo dolce.

Le suore iniziarono a venderle alle persone del posto. Lo stesso re, Carlo di Borbone, che ne era un grande estimatore, amava farne dono ai regnati degli altri stati.

La Santa Rosa, prelibato dolce barocco, nato nel 1700, da allora ne ha fatta di strada. Con le sue varianti napoletane: riccia e liscia, senza crema e amarene, è uno dei dolci tipici nonché uno dei più apprezzati del ricco repertorio dolciario campano.

Ora, grazie agli abitanti di Conca dei Marini, la Santa Rosa diventa la protagonista del primo concorso riservato ai migliori pasticceri e cuochi d'Italia.

Ma chi vorrà assaggiarla, potrà recarsi in uno dei ristoranti di questo piccolo e incantevole borgo della costiera amalfitana e fare un pieno di bontà.

Per l'occasione, gli albergatori e tutti i proprietari di B&B praticheranno tariffe speciali.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©