Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

Conclusa la prima edizione del festival “In.. canto al Vesuvio”


Conclusa la prima edizione del festival “In.. canto al Vesuvio”
17/09/2012, 13:25

E’ stata una vittoria assoluta quella conquistata ieri sera da Gianluca Giordano, giovane cantante che ha vinto la prima edizione del festival “In.. canto al Vesuvio”, organizzato dalla Pecam e patrocinato dall’assessorato alla Cultura di San Sebastiano al Vesuvio. Inserito nella XXXIII Rassegna del Verde, il talent show per voci emergenti ha contato su centinaia di presenze; il pubblico ha infatti affollato la platea dell’arena del Parco pubblico sin dalla prima serata per assistere alla manifestazione. La finale di ieri sera, che ha visto sfidarsi sedici giovani artisti, si è conclusa con un verdetto unanime da parte dei giurati: le giurie tecnica e popolare hanno infatti votato a favore di Gianluca Giordano così come la giuria critica, composta da soli giornalisti. Il giovane cantante che ha conquistato la platea interpretando “The show must go on” si è quindi aggiudicato il premio messo in palio dalla Pecam, ovvero un corso di perfezionamento musicale, nonché il premio critica, sponsorizzato dall’Epas, che lo vedrà il prossimo 24 novembre esibirsi a Stoccarda nel corso di un varietà organizzato da Anna Mastrogiacomo, coordinatrice per la Germania della Fna, e da LeMaschere. Il vincitore, che ha sbaragliato la concorrenza tutta al femminile che ha superato le selezioni dello scorso luglio, ha ritirato il premio dalle mani del sindaco di San Sebastiano al Vesuvio, Giuseppe Capasso, e della presidente della Pecam, Silvia Camardella. “Il successo di questo talent fatto in casa sta nella sua autenticità – ha commentato il sindaco Capasso – La presenza di così tante belle voci sul nostro territorio è motivo di orgoglio e impegna il Comune di San Sebastiano verso la Pecam per l’anno prossimo e quindi per una seconda edizione di “In… canto al Vesuvio”. Soddisfatta la madrina dell’evento, Silvia Camardella. “Il mio ringraziamento – ha detto la presidente della Pecam – va alle tante persone che hanno collaborato con me per l’allestimento di questa manifestazione. Nonostante le tante difficoltà, si è riusciti a metter su uno spettacolo che il pubblico ha gradito e che soprattutto dà la possibilità a un giovane aspirante artista di compiere un passo avanti nel suo percorso artistico: “In… canto al Vesuvio” più che il coronamento di un sogno è stato concepito come la concretizzazione di un progetto”. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©