Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Eccellenze dell’artigianato campano e mondo accademico

Concluso “Artigianalmente – Diamo una mano alle idee”

Evento che rientra nel progetto “Il Clan degli Artisti”

Alessandra Clemente, assessore alle Politiche giovanili
Alessandra Clemente, assessore alle Politiche giovanili
25/06/2013, 16:36

NAPOLI - La Sala Congressi della Federico II di via Partenope è stata teatro di un convegno finalizzato al confronto tra le eccellenze dell’artigianato campano ed il mondo accademico. Lunedì 24 giugno a partire dalle 14:30 si è svolto  “Artigianalmene – Diamo una mano alle idee”, un evento che rientra nel progetto “Il Clan degli Artisti”, iniziativa promossa dall’Assessorato alle Politiche Giovanili, ai Giovani, Creatività e Innovazione del Comune di Napoli di concerto con la Regione Campania. Il progetto, curato nell’immagine e nella comunicazione dalla Società Arakne Communication, è stato ideato dall’Associazione Culturale Atena 2013.

 

“Se messi insieme i ragazzi di Napoli sono veramente una intelligenza collettiva vincente – ha dichiarato l’Assessore Alessandra Clemente in apertura al convegno -  ‘Artigianalmente’ è un progetto che ambisce a creare un ponte innovativo tra i tanti ragazzi che vogliono accedere al mondo del lavoro ma che spesso da soli non riescono ad orientarsi. Attraverso il portale artigianalmente.org i giovani possono entrare in contatto con le eccellenze campane che decidono di mettersi in discussione e di essere supporter dell’iniziativa, formando così una rete di contatti utili ai fini occupazionali”

“Bisogna scardinare il concetto che per fare le cose bisogna appartenere a qualche giro, e conoscere chissà chi per veicolare il proprio curriculum sulla scrivania giusta. Non è così, questa è una esperienza trasparente, basata sul merito – ha aggiunto in conclusione -  Dietro questo convegno ci sono ragazzi che hanno meno di 35 anni, che abbiamo finanziato per dare loro una opportunità. Questo progetto parla di artigianato che è nel DNA della città e l’ha resa ricca e famosa nel mondo. Noi ragazzi non ci tiriamo indietro, però le informazioni devono arrivare a tutti e grazie ad associazioni come Atena 2013 ci stiamo riuscendo”.

 

L’artigianato vanta un’antichissima tradizione nella Regione Campania, terra fortunata per posizione geografica e per vicende storiche. Nelle sue forme si trovano molte realtà ben diverse e distinte fra loro. Attualmente la scomparsa di antichi mestieri e professionalità è un dato inconfutabile, il depauperamento della lavorazione manuale è stato progressivo. Nei settori ad alto valore aggiunto per mansioni e professionalità (gioielleria, sartoria d’alta moda, vetrerie d’arte, liuteria, ricamo) il prodotto d’artigianato, rispondendo a suggestioni emozionali, trova le giustificazioni per la sopravvivenza nel mercato, anche se non sempre in eguale misura nei diversi generi.

“Artigianalmente” intende dar vita a un nuovo modo di fare squadra per il futuro dei giovani, delle imprese e di Napoli. L’evento è stato un’occasione di confronto tra le aziende, le associazioni ed il mondo accademico al fine di puntare sull’artigianato come sviluppo economico e sociale, per recuperare le imprese che non hanno più ricambio generazionale e i giovani che cercano lavoro “Artigianalmente” è prima di tutto una piattaforma on line che mette in comunicazione le società partner ed i giovani under 35. 

 

Hanno aperto il dibattito docenti universitari e rappresentanti delle associazioni di categoria che hanno condiviso il proprio lavoro e la propria ricerca attraverso relazioni e presentazioni di Case history. Tra le imprese che hanno aderito all’iniziativa, sono intervenute personalità di spicco che hanno fatto la storia dell’alto artigianato in Campania, in Italia e all’estero come Federico Cozzolino (Kiton), Vincenzo Bonino (Bonino), Mario Senior e Mario Junior Talarico (Talarico Ombrelli), lo stilista Alessio Visione, Mauro Ascione (Ascione gioielli), Fabrizio Monticelli (La Bulla), Maria Pia Cassese (Amaltea), Raffaele Scuotto (La Scarabattola), lo scultore Riccardo Ruggiano, il designer Guido La Puca, Pasquale Lodato (Liuteria Lodato).

Gli ospiti sono stati accolti inoltre in uno spazio espositivo in cui giovani artisti, appartenenti alle eccellenze operanti nel settore dell’artigianato campano, hanno avuto l’opportunità di mostrare i propri prodotti.

Spazio infine ai giovani che hanno già intrapreso o concluso un percorso di formazione professionale. A loro è stata data la possibilità, attraverso la partecipazione al bando di concorso disponibile sul sito ufficiale (www.artigianalmente.org), di presentare un progetto originale entrando in contatto con le aziende partner. Inaugurata oggi una sezione apposita sul portale che consentirà a tutti gli aspiranti artigiani che invieranno il proprio CV, di vincere un’esperienza formativa gratuita presso un’impresa leader della regione, qualora i profili, oggetto di valutazione, dovessero risultare idonei dalle stesse.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.