Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Continua il viaggio in vela di Marevivo e di Marina Militare per i più giovani


Continua il viaggio in vela di Marevivo e di Marina Militare per i più giovani
10/05/2013, 11:46

1

0 maggio 2013 - A vele spiegate per imparare sin da piccoli la protezione delle nostre coste e il rispetto del mare. Dopo la prima tappa all’isola del Giglio, ad Ischia ci saranno la Stella Polare e il Chaplin – navi scuola della Marina Militare sotto il comando rispettivamente del capitano di fregata Marco Paolo Montella e dal capitano di fregata Angelo Bianchi – che navigheranno con i ‘delfini guardiani’ di Marevivo, i mille giovanissimi protagonisti dell’omonimo progetto di educazione ambientale per le isole minori e i comuni costieri.

Dal 13 al 15 maggio, cento ragazzi, tra gli 8 e i 13 anni, degli Istituti “Vincenzo Mennella” di Lacco Ameno e “Santa Caterina da Siena” di Forio, saliranno a bordo delle navi a vela della nostra Marina.

 

Grazie all’azione congiunta tra Marina Militare e Marevivo - che vedrà le navi scuola della Marina navigare per i prossimi mesi le coste italiane, dal Giglio a Lampedusa - questi giovani ‘delfini guardiani’ potranno attraverso la barca a vela, mezzo antico e allo stesso tempo moderno, accendere un contatto forte ed emotivo con il mare e confrontarsi con temi importanti come la fiducia in se stessi e il rispetto negli altri.

 

E’ importante che i ragazzi assumano dimestichezza con una realtà fondamentale come quella del mare – ha commentato il ministro dell’Ambiente Andrea Orlando, ospite d’onore durante la tappa di inaugurazione al Giglio -. Credo che in questo senso la Marina possa essere il tramite assolutamente più idoneo a svolgere questa funzione. Non vedere nel mare un pericolo o un rischio, ma una grande opportunità, un pezzo del nostro futuro” – ha concluso il ministro.

I mille ragazzi delle sei isole coinvolte nel progetto potranno osservare da vicino gli strumenti e le tecniche per governare il mare, conosceranno i venti, impareranno l’osservazione delle coste ma anche le regole di comportamento che permettono la convivenza in un ambiente ristretto com’è, appunto, un’imbarcazione a vela.

 

Le prossime tappe del viaggio saranno Capri, Ponza, e, infine, le isole di Lampedusa e di Linosa.

 

Su Ischia il progetto “Delfini Guardiani” è realizzato dall’associazione col sostegno dei Comuni di Lacco Ameno e Forio e della Fondazione Peretti, e si avvale della collaborazione della Capitaneria di Porto. Sono al fianco dei delfini guardiani anche Volaviamare e Hotel Mezzatorre.

Trasformare in eco-sentinelle i giovani e renderli finalmente protagonisti nella salvaguardia del proprio territorio è l’obiettivo primario di “Delfini Guardiani”, progetto di Marevivo che coinvolge gli studenti delle sei perle del Mediterraneo, cioè il Giglio, Capri, Ponza, Lampedusa, Linosa e appunto Ischia.

L’esperienza dei Delfini Guardiani - maturata da alcuni anni nelle isole minori del territorio italiano fino a creare un network di giovani attivi nella difesa dell’ambiente - sta dando la possibilità ad isolani e non, a giovani ed adulti, di riappropriarsi di patrimoni naturali e culturali che, altrimenti, rischiano di perdersi o di essere condivisi solo tra i pochi cultori della bellezza di queste piccole terre circondate dai mari

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©