Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

CONTINUA MARMEETING


CONTINUA MARMEETING
11/07/2008, 12:07

Dopo l’enorme successo conseguito meno di una settimana fa, il Marmeeting torna a sponsorizzare la spettacolarità dei tuffi dalla grandi altezze. Da Furore a Polignano a Mare il passo è davvero breve: domenica 13 luglio, infatti, in provincia di Bari si terrà il Red Bull Cliff Diving, in collaborazione con il Marmeeting di Oreste Varese.

 
Il Cliff Diving, rispetto all’High Diving presentato a Furore è spettacolare in egual misura anche se la distanza dal mare si riduce di otto metri.
Ricordiamo infatti che la piattaforma distante 28 metri che caratterizza la competizione targata Fiordo di Furore è unica in Italia per questa tipologia di sport estremi e seconda al mondo (l’altro trampolino per gli high divers di professione si trova ad Acapulco).
Polignano a Mare non è nuova alle competizioni di tuffi da grandi altezze, ma la location scelta per il Red Bull Cliff Diving costituisce una delle grandi novità. I tuffatori, infatti, si lanceranno dal bastione che si affaccia sullo scoglio del Grottone e sulla spiaggia di Lama Monachile, ovvero, da uno degli scorci più rappresentativi e fotografati di Polignano.
 
La maggior parte degli atleti che prenderanno parte al Red Bull Cliff Diving sono volti ultra noti a chi ha seguito con attenzione il Marmeeting di Furore. In ogni caso, si tratta dei 12 tuffatori più forti a livello mondiale.
Spazio quindi al campione dei campioni, il colombiano Orlando Duque che dovrà vedersela con chi a Furore ha sprecato la vittoria finale per qualche imperfezione di troppo. Stiamo parlando del connazionale Jose Eber Pava Ordonez (5° a Furore); l’astro nascente, il russo Artem Silchenko (3°); il sempreverde Andrej Ignatenko (2°); il francese Cyrille Oumedjkane (8°); il russo Sergej Zotin (4°); Michal Navratil (7°); il lussemburghese Alan Kohl (11°) e poi ancora Zvezdan Grodzic, Hassan Mouti, Oleg Vyshyvanov e per finire una donna, la tedesca Anna Bader.
 
Ogni atleta eseguirà tre tuffi: il primo obbligatorio con un coefficiente di difficoltà costante, il secondo ed il terzo liberi ed il cui grado di difficoltà è conforme ad una tabella stabilita in collaborazione con la PHDA (Professional High Diving Association).
 
La gara avrà inizio alle ore 17 di domenica 13 luglio. Gli atleti del Marmeeting, dopo due giorni di vacanza trascorsi tra Amalfi e Capri, hanno già raggiunto la meta pugliese per le prove. Questa mattina, invece, è stata la volta di Oreste Varese e del suo staff, giunti a Polignano qualche giorno prima per definire gli ultimi punti del programma, sperando che il Red Bull Cliff Diving possa avere lo stesso successo ottenuto dalla manifestazione svoltasi nell’ultimo fine settimana in uno degli scenari più belli al mondo: il Fiordo di Furore in Costiera Amalfitana.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©