Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Convegno CNR-IRAT, Napoli 27 e 28 settembre: "Il mare e la città"


Convegno CNR-IRAT, Napoli 27 e 28 settembre: 'Il mare e la città'
25/09/2012, 14:15

   Giovedì 27 e venerdì 28 settembre 2012 si terrà a Napoli, dalle ore 9:00 alle 19:00, presso Villa Doria d’Angri (via Petrarca 80), la conferenza intitolata “Il mare e la città”. Si tratta di un importante momento di condivisione, confronto e verifica del lavoro svolto sino ad oggi dal gruppo “Città e architettura”, coordinato dal Dirigente di Ricerca IRAT-CNR Massimo Clemente.

            Il gruppo opera all’interno dell’Istituto di Ricerche sulle attività Terziarie del CNR diretto dal dottor Alfonso Morvillo e si è recentemente impegnato in una copiosa indagine sul tema dello sviluppo sostenibile nei centri urbani costieri le cui conclusioni sono raccolte nel libro “Città dal mare. L'arte di navigare e l'arte di costruire le città” (Editoriale Scientifica, 2011). Nella pubblicazione sono contenute proposte metodologiche e progettuali (maturate attraverso l’osservazione di 12 “casi studio”) che è adesso il caso di diffondere tra i colleghi della comunità scientifica e non solo.

            Proprio in questa prospettiva, la conferenza di giovedì sarà aperta al contributo di esperti provenienti da disparati settori disciplinari (Architettura, Economia, Nautica, Diritto, Filosofia) oltre, ovviamente, a imprenditori e policy-maker tra i quali Riccardo Monti (Presidente dell’Istituto per il Commercio con l’Estero), Edoardo Cosenza (Assessore ai Lavori Pubblici della Regione Campania), Marcello Taglialatela (Assessore all’Urbanistica della Regione Campania), Luigi De Falco (Assessore all’Urbanistica del Comune di Napoli) e Anna Donati, (Assessore alla Mobilità e Infrastrutture del Comune di Napoli).

            L’obiettivo è quello di avanzare efficaci proposte progettuali, tracciare nuove linee di ricerca e, soprattutto, stimolare, in maniera propositiva, il dibattito sulla la rigenerazione delle aree urbane costiere. Il gruppo “Città e architettura” propone di sfruttare al meglio le risorse offerte dal mare, senza, però, perdere di vista il delicato tema dello sviluppo sostenibile. E, in quest’ottica, si è impegnato a sollecitare il bilanciamento tra i tre aspetti fondamentali della sostenibilità: equilibrio ambientale, identità socio-culturale e crescita economica.

          “Il mare – sostiene Massimo Clemente dell'IRAT/CNR– può essere la principale risorsa per innescare i processi di sviluppo locale così urgenti in questa fase di crisi. Nel nostro paese stenta, però,  a realizzarsi quella valorizzazione urbana delle aree portuali che altrove ha generato benefici non solo per i portatori di interesse, ma anche per la popolazione. In Italia, la sfida consiste, oggi, nel progettare lo sviluppo dei centri costieri a partire dall’identità marittima. In questa prospettiva, le coste della Campania rappresentano un laboratorio privilegiato. Vogliamo verificare le potenzialità di un approccio metropolitano al tema della costa e sottolineare la necessità una pianificazione integrata di tutte le iniziative che nel mare hanno l’elemento chiave. Una visione “marecentrica” può trasformare azioni puntuali come la crescita del traffico crocieristico, la pedonalizzazione del lungomare e gli eventi sportivi legati al mare in elementi di un processo più articolato: una pianificazione organica, con programmi condivisi di sviluppo economico, sociale e ambientale, di medio e lungo termine”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©