Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Convegno Internazionale alla Federico II per il 6° Worl Urban Forum


Convegno Internazionale alla Federico II per il 6° Worl Urban Forum
04/09/2012, 16:45

La Scuola di Dottorato in Architettura ed il Dipartimento di Conservazione dei Beni Architettonici ed Ambientali della Università Federico II in occasione del sesto World Urban Forum dell’agenzia delle Nazioni Unite UN Habitat, organizzano il workshop internazionale sulla promozione delle sviluppo locale, per la costruzione di città resilienti, ecologiche ed inclusive.

 

L’iniziativa si svolgerà nei giorni 6 e 7 settembre a Napoli presso il Centro Congressi di via Partenope 36, per discutere delle nuove sfide che le città stanno affrontando, individuare principi, metodi e strumenti per valutarne le risorse materiali e immateriali e quindi proporre un modello di sviluppo locale creatore di nuovi valori e che bilanci competizione ed equità sociale.

 

Presiederanno alle quattro sessioni previste Peter Nijkamp e Karima Kourtit della Free University of Amsterdam, Charlie Karlsson della Jönköping University e Luigi Fusco Girard della Università degli studi di Napoli Federico II. Interverrano con diversi contributi numerosi membri della comunità scientifica internazionale: Bernhard Barth, responsabile del settore Ricerca e Capacità di Sviluppo dell’agenzia Habitat delle Nazioni Unite, Daniela Constantin della Bucarest Academy of Economic Studies, Geng Yong della Chinese Academy of Sciences di Kunming, Hans Westlund KTH Royal Institute of Technology di Stoccolma, Milan Zeleny della Fordham University di New York, Janet Kohlhase della University of Houston, Tomaz Ponce Dentinho della Università delle Azorre, Adriano Giannola della Fondazione Banco di Napoli, Marina van Geenhuizen della Delft University of Technology, Peter Pruzan della Copenhagen Business School, Marc Weiss della Columbia University di New York, Vicente Royuela Mora della Università di Barcellona.

 

Il nostro pianeta diventa un mondo sempre più urbanizzato ed ogni giorno sorge una nuova città delle dimensioni di Amsterdam. La sopravvivenza dell’ecosistema delle città diventa una sfida sempre più difficile per il futuro, per cui, attraverso la valorizzazione delle loro risorse locali e del patrimonio culturale, è necessario attivare sinergie locali e globali che garantiscano un futuro di prosperità ed equità sociale ed economica, nonché di sostenibilità ambientale. In particolare, il workshop pone l’attenzione sulla ricerca di nuove basi economiche delle città, a partire da casi di città portuali, dove il potenziale di creatività è storicamente tanto elevato da favorire il successo dell’integrazione tra crescita economica, tutela ambientale e garanzie sociali.

 

Il meeting vuole dunque proporsi come ponte tra teoria e pratica per concretizzare la ricerca universitaria di eccellenza e renderla disponibile per i governi locali e rilevante sul piano operativo, pratico e sociale. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©