Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Convegno “Sport e identita’ nazionale. 150 anni di sport nell’Italia unita”


Convegno “Sport e identita’ nazionale. 150 anni di sport nell’Italia unita”
26/09/2011, 14:09

Sabato 1° Ottobre alle ore 15,30 presso l’Hotel “GLI DEI” via Coste di Agnano 21 – Pozzuoli, l’Accademia Nazionale di Scherma, in collaborazione con l’UNASCI (Unione Nazionale Associazioni Sportive Centenarie Italiane), in occasione della celebrazione del centocinquantenario della fondazione, organizza il convegno “Sport e identita’ nazionale. 150 anni di sport nell’Italia unita”.


Il programma della manifestazione prevede:

- Saluto del presidente dell’ANS dott. Pasquale La Ragione;

- Introduzione del vicepresidente dell’ASN dott. M. Fumo, sul tema “I 150 anni dell’Accademia Nazionale di Scherma in Napoli”;


- RELAZIONI:

- Prof. Adolfo Noto, docente di Storia delle idee politiche Facoltà Scienze politiche Università di Teramo, “Associazionismo sportivo e Risorgimento: lotta per la nazionalità”;

- Gen. Roberto Roberti, segretario nazionale ANAOAI (Associazione Nazionale Atleti Olimpici ed Azzurri d’Italia), “Cent’anni della maglia azzurra nel contesto storico-sportivo-culturale dei 150 anni dell’Unità d’Italia”;

- Dott. Giancarlo Toràn, Storico della scherma, maestro di scherma, già presidente dell’AIMS (Associazione Italiana Maestri di Scherma),”La scherma specchio dell’Italia unita”;

- Dott. Antonio Buccioni, Presidente generale della S.S. Lazio 1900, “L’unità nazionale quale presupposto del sistema sportivo italiano”.


Moderatore:

Avv. Bruno Gozzelino, presidente UNASCI.


L’Accademia Nazionale di Scherma fu fondata come Ente Morale a Napoli nel 1861, rappresentando il punto di arrivo di una tradizione schermistica secolare. Fu il maestro dell’Accademia Masaniello Parise con il suo trattato colui che modernizzò e unificò la scherma italiana. Sin dalla sua nascita l’Accademia ha diplomato i maestri di scherma provenienti da tutte le parti d’Italia e, ormai da un decennio, del mondo. Attività di propaganda per la diffusione della disciplina sportiva tra i giovani e iniziative culturali quali pubblicazione di volumi e organizzazione di convegni, completano il quadro di un’attività al servizio della scherma e della cultura sportiva nazionale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©