Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

CORONA FA CAUSA A "VITA DA PAPARAZZO"


CORONA FA CAUSA A 'VITA DA PAPARAZZO'
05/06/2008, 09:06

Torna a far parlare di sé Fabrizio Corona e, ancora una volta, la sua vita si intreccia con le aule dei Palazzi di giustizia. Questa volta è il principale imputato di Vallettopoli ad "imbracciare" gli avvocati e fare causa. Si tratta di una causa civile contro la produzione della fiction "Vita da paparazzo" trasmessa da Mediaset. Secondo Corona (34 anni), infatti, il regista e autore della fiction Pier Francesco Pingitore avrebbe di fatto ripercorso la sua vita senza neppure chiederne il permesso, a quanto si legge dall'intervista su Diva e Donna.

E così Fabrizio ha dato le carte al suo legale di fiducia, Tommaso Delfino, asserendo che senza ombra di dubbio Daniele Magni, interpretato in tv da Sergio Arcuri, sarebbe con tutta evidenza Fabrizio Corona. «Se Pier Francesco Pingitore mi avesse chiamato - ha spiegato Corona -, chiedendomi se poteva realizzare questa fiction ispirata a me, non ci sarebbe stato alcun problema: ci saremmo messi d'accordo. Ma il fatto che non mi abbia mai neanche telefonato e informato, mi sembra allucinante. Pier Francesco Pingitore, a sua volta, nel presentare la fiction aveva premesso di non essersi affatto ispirato a Corona.

Il ricavato dell'eventuale somma riconosciuta come risarcimento dalla causa civile, sarà devoluto in beneficenza, ha fatto sapere l'avvocato. «Per l'acquisto di un'ambulanza, per la costruzione di un ospedale in Senegal: abbiamo già due o tre progetti concreti»

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©