Cultura e tempo libero / Cinema

Commenta Stampa

Corto "La casa di Ester" del regista grossetano Stefano Chiodini in giro per festival


Corto 'La casa di Ester' del regista grossetano Stefano Chiodini in giro per festival
12/06/2012, 16:06

Un'estate ricca di appuntamenti festivalieri quella che attende il cortometraggio "La casa di Ester" del regista grossetano Stefano Chiodini.

Il lavoro interpretato da Cecilia Dazzi (“Il caimano”, “Habemus papam”, “Questo mondo è per te”) e Sergio Albelli (“Miracolo a Sant’Anna”, “La prima cosa bella”), è prodotto dalla Mood Film di Tommaso Arrighi in associazione con lo stesso Chiodini, Alessio Brizzi che ha curato anche la sceneggiatura, Associazione Culturale Maggiore di Zero e Milani Group, con il patrocinio dell’Associazione Olympia de Gouges, il contributo di Provincia di Grosseto e Cesvot.



“La casa di Ester” affronta il tema del disagio interno a una coppia in modo poetico e onirico. Protagonista è una giovane donna che tra le cose lasciate dalla madre scomparsa da poco, trova un disegno in cui è ritratta da piccola insieme ai suoi familiari. Il disegno riporta anche il vecchio numero di telefono. Spinta da un sentimento confuso quanto incontrollabile, la donna prova a comporre il numero. La voce di una bambina la farà precipitare in una spirale di ricordi che le cambieranno per sempre la vita.



L'anteprima nazionale si svolgerà in concorso alla ventesima edizione di Arcipelago International Film Festival, in programma a Roma dal 15 al 22 giugno, poi “La casa di Ester” proseguirà il suo tour a Genova Film Festival, a Inventa un film, al Sardinia Film Festival, a Cinemadamare e a Salento Finibus Terrae. Dopo l’anteprima romana sarà organizzata anche una proiezione a Grosseto.



E pare proprio che questo sia solo un primo "assaggio" delle proiezioni per il corto del regista toscano che con il suo lavoro precedente, "Sotto le foglie" interpretato da Cecilia Dazzi e Valerio Mastandrea e prodotto sempre dalla Mood Film, aveva vinto il Globo d'oro, che insieme ai David di Donatello e ai Nastri d'argento è uno dei premi più importanti riservati al cinema italiano, e una menzione speciale ai Nastri d'Argento per Cecilia Dazzi.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©