Cultura e tempo libero / Enogastronomia

Commenta Stampa

Costa d'Amalfi, con Masaniello al GustaMinori i piatti della "rivoluzione"


Costa d'Amalfi, con Masaniello al GustaMinori i piatti della 'rivoluzione'
29/08/2012, 11:03

E’ un paese che si mobilita, Minori, per i giorni dedicati al gusto e all’arte. Quelli che dal 30 agosto rievo­cheranno la “rivoluzione di Masaniello” attraverso piatti della tradizione e lo straordinario melange di musiche e piéce teatrali.

 

La via del palato, con la riproposizione dei piatti tipici della tradizione locale, si snoderà non solo attraver­so i ristoranti della città. Anche tavole calde, bar, pasticcerie prepareranno le pietanze della “rivoluzione”. Portate uniche, che vanno da un massimo di otto a un minimo di 1 euro come le fette di anguria dispensa­te presso i negozi di frutta e verdura. Anche il caffè costerà meno del solito così come dolci e gelati. Il Gu­staMinori, dunque cambia formula lasciando liberi i visitatori di scegliere tra un menù di 15 portate pre­parate direttamente negli esercizi commerciali e acquistabili presso gli stand collocati nelle loro adiacen­ze. Gli ospiti, dunque potranno scegliere cosa degustare con la possibilità di pagare le pietanze diretta­mente ai commercianti senza alcun vincolo di biglietto. Insomma, scegli cosa mangiare e paghi diretta­mente.

 

I giorni del Gusta Minori 2012 con le sue vie dell’arte e del palato rivivranno con la rievocazione della “ rivoluzione” di Masaniello per la quale saranno impegnati circa cinquanta persone tra attori, ballerini e comparse. Teatro della rappresentazione artistica sarà il sito archeologico della Villa Romana di Minori dove, in collaborazione con la Soprintendenza archeologica di Salerno ed il Comune di Minori, si svolgerà uno spettacolo di 50 minuti che per due sere (con ingresso gratuito) sarà riproposto ogni ora dalle 21 alle 23. Qui, a interpretare il ruolo di Masaniello ci sarà il popolare attore napoletano Ernesto Lama.

 

Lo spettacolo di teatro e musica, ideato da Gerardo Buonocore per la regia di Lucia Amato, farà rivivere così le epiche gesta di Masaniello, con la sua rivolta che è l’emblema della ribellione contro i soprusi, con­tro le angherie di ogni potere costituito. Al centro della ricostruzione artistica ci sarà dunque quella som­mossa che partì da Piazza Mercato e capeggiata da Tommaso Aniello d’Amalfi, che armato di canne e ba­stoni si ribellò al potere vicereale spagnolo, rifiutandosi di pagare le gabelle.

 

La nuova edizione del Gusta Minori, si aprirà il 30 agosto la celebrazione del decennale del Premio inter­nazionale di letteratura enogastronomica che una serata d’onore per le aziende che nei dieci anni sono state premiate per i meriti conseguiti nella promozione dell’enogastronomia campana in Italia e nel mon­do. Nella stessa serata, il giornalista Giuseppe Liuccio, segretario ed ideatore del premio letterario, an­nuncerà l’istituzione del Premio Ezio Falcone riservato ai gastronomi del territorio. Il riconoscimento sarà conferito al ristorante L’Acqua pazza di Cetara. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©