Cultura e tempo libero / Teatro

Commenta Stampa

Costa d'Amalfi: teatro giovanile, al via "Ad Maiori"


Costa d'Amalfi: teatro giovanile, al via 'Ad Maiori'
11/05/2012, 17:05

Dal 13 al 19 maggio, gruppi e compagnie provenienti da tutta Italia si esibiranno in Costa d’Amalfi portando in scena ben 22 spettacoli. Padrino d'eccezione della manifestazione l'attore Gaetano Amato

Prenderà il via domenica 13 maggio “Ad Maiori”, la rassegna di TeatroEducazione riservata a scuole ed associazioni provenienti da tutta Italia che per una settimana si ritroveranno a Maiori, nel cuore della Costa d’Amalfi. Con lo spettacolo “Alice, Michele, il Chiattillo e Ralph Lauren” sarà la Compagnia Teatrale "I Murattori" di Positano (sala polifunzionale "L'incontro" ore 17) ad inaugurare la kermesse.

Poi, per un'intera settimana, fino al 19 maggio, gruppi e compagnie provenienti da tutta la penisola porteranno in scena, presso la sala polifunzionale "L'incontro" di via Capitolo, ben 22 spettacoli.

Padrino d'eccezione della manifestazione sarà l'attore Gaetano Amato, protagonista di fiction televisive come "La squadra", "Il Grande Torino", "L'uomo sbagliato", "L'ultimo padrino", "Crimini", che nel corso della serata conclusiva (19 maggio presso l'anfiteatro del porto turistico di Maiori), intratterrà il pubblico presente prima di presenziare alla cerimonia di premiazione dei vincitori della kermesse.

All'iniziativa, ideata e promossa dall'associazione "Atellana", che gode del sostegno del Comune di Maiori e del patrocinio dell'AGITA (Associazione Nazionale per la Promozione del Teatro), della Provincia di Salerno e della collaborazione del locale Istituto Comprensivo, hanno aderito numerose realtà provenienti da Brescia, Messina, Padova e dalle province di Cuneo, Ravenna, Bari, Caserta, Napoli e Salerno. Nel corso della settimana il Comune di Maiori riserverà a tutti i partecipanti visite guidate alla scoperta delle bellezze del centro Costiero: dal meraviglioso lungomare a Palazzo Mezzacapo, che proprio in questi giorni ospita l’interessante mostra sulle invenzioni di Leonardo Da Vinci. "Una delle prerogative del TeatrEducazione - spiegano Costantino Amatruda e Mario Maglio, ideatori della kermesse - è la valorizzazione del lavoro collettivo, per questo anche la scelta del testo da portare in scena diviene un obiettivo da raggiungere insieme, come conclusione di un lavoro collettivo.

La finalità ultima è quella di offrire ai ragazzi un luogo in cui valorizzare la libertà di pensiero, la creatività, l'immaginazione e la collaborazione con gli altri".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©