Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

Countdown per il ritorno live di Biagio Antonacci in Campania


Countdown per il ritorno live di Biagio Antonacci in Campania
24/04/2012, 12:04

Doppia data in Campania per il cantautore milanese con la sua nuova esperienza live A MAGGIO TORNA AL PALASELE E AL PALAMAGGIÒ BIAGIO ANTONACCI IN CONCERTO Appuntamento il 9 al PalaSele di Eboli e il 10 al Palamaggiò di Caserta Già attive le prevendite per il tour che segue l'uscita di "Sapessi dire no"

Salerno, 24 aprile 2012 Dopo gli esclusivi concerti dello scorso anno al Colosseo di Roma, all'Arena di Verona e in Piazza San Marco a Venezia, Biagio Antonacci torna, a tre anni di distanza, sul palco dei principali palasport d'Italia per un tour primaverile, tutto concentrato nel mese di maggio. 17 tappe in 25 giorni, tra cui due date in Campania: mercoledì 9 maggio al PalaSele di Eboli e il giorno successivo, giovedì 10 maggio, al Palamaggiò di Caserta. La tournée sarà la prima occasione per ascoltare dal vivo le canzoni del nuovo album di inediti del cantautore milanese, “Sapessi dire no”, uscito lo scorso 17 aprile (etichetta Iris/Sony Music).

L'ALBUM Anticipato da un insolito ed innovativo “countdown” che, di settimana in settimana, nel corso dell’ultimo mese, ha già reso pubblici 4 brani nonché l’immagine di copertina firmata dal Maestro del fumetto Milo Manara, il nuovo album di Biagio Antonacci presenta 14 nuovi brani di cui, come sempre, è autore di testi e musiche oltre che interprete e i cui arrangiamenti sono stati curati dallo stesso cantautore insieme con Michele Canova Iorfida, a conferma della collaborazione già sperimentata con successo nella precedente produzione - lo straordinario CD multiplatino “Inaspettata".

“Sapessi dire no” è un album che evidenzia la forte e consolidata maturità creativa di Antonacci non solo per la quantità di brani composti ma anche e soprattutto per la qualità e la ricchezza dei percorsi musicali e narrativi proposti. Si va dalle ballad più classiche incentrate sui grandi amori come “Dimenticarti è poco”, “Sono stato innamorato” e la appassionata “Dormi nel cuore”, alla batteria prepotente e rock di alcuni brani insoliti ed originali come “Senza un nome” e “Con infinito onore". Un sapiente uso degli strumenti musicali come sentimenti caratterizza l’andamento di tutto l’album: dalle ritmiche sincopate di “Liberandoti di me” agli archi introspettivi e sognanti de “L’evento" o spirituali e magici di “Qui” e, ancora, da un inaspettato flauto che sottolinea la personalità di una egocentrica donna fatale in “Sola mai” al culmine della spensierata e divertente fisarmonica che accompagna la pizzica “Non vivo più senza te”: vera e propria esplosione di aria latina, di ritmi caldi, di sole e mare, di estate e gioia di vivere, di divertimento, ironia e forza della fantasia. Fino a proporre, Biagio Antonacci stesso al pianoforte, canzoni molto più intime e personali, come “Ti dedico tutto” – brano di ampia maturità artistica e umana in cui l’artista afferma “sono stato davvero baciato da un dio è per questo che vivo con molta paura” - e “Ciao Tristezza” – inaspettata poesia sui momenti meno belli, sui giorni bui. “Sapessi dire no” è un album dedicato alla vita in tutti i suoi aspetti e che si chiude – nei crediti - con una toccante dedica a Lucio Dalla: Maestro di musica e poesia.

Un album, quindi, dalla ricca personalità interpretato e suonato da Biagio Antonacci insieme con molti straordinari musicisti come Davide Tagliapietra (chitarre acustiche, elettriche, 12 corde e Basso) Christian Riganò (Pianoforte, Rhodes, Organo Hammond e Synth) Michele Canova Iorfida (ritmica e tastiere), Simone D’Eusanio (Violino, Viola e Violino elettrico), Gareth Brown (batteria), Massimo Tagliata (Fisarmonica e Flauto), Piero Odorici (Sax), Chiara Vergati (cori).

LO SHOW La nuova produzione vedrà subito Biagio Antonacci impegnato in un tour che partirà da Bari il 5 maggio e percorrerà tutta l’Italia. Anche questa volta, Antonacci ha scelto, un palco minimalista che lascia tutto lo spazio alla musica: uno show molto essenziale, nessuna proiezione, né effetti speciali, solo una lunghissima passerella centrale per avere il sempre ricercato contatto diretto con il pubblico. Il tour è prodotto da F&P Group mentre le date in Campania sono a cura di Anni 60 produzioni.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©