Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Cultura, arte e storia uniti per beneficenza con Nartea


Cultura, arte e storia uniti per beneficenza con Nartea
27/11/2013, 15:06

L’Associazione Culturale NarteA promuove un weekend all'insegna della beneficenza con due visite spettacolo. Cultura, arte e storia saranno in scena sabato 30 novembre 2013 (18:30) con “Kairòs, sussurri del tempo” per favorire il restauro del Museo delle Arti Sanitarie del Complesso degli Incurabili (quota di partecipazione € 15) e domenica 1 dicembre 2013 (ore 11:00), in occasione della giornata mondiale della lotta contro l’AIDS, con l'evento gratuito “Due ‘Ferdinandi’ alla corte dei Borbone” per sostenere la raccolta fondi per la lotta contro l’AIDS insieme all'associazione ANLAIDS, con il patrocinio morale del Comune di San Giorgio a Cremano. Per entrambi gli eventi la prenotazione è obbligatoria ai numeri 339.7020849 – 334.6227785 per limite posti.
Impegnata dal 2007 nel settore della promozione della cultura e dell’arte, sempre nel rispetto delle caratteristiche storiche, sociali e ambientali, l'Associazione Culturale NarteA alza il sipario per promuove un weekend all'insegna della beneficenza: palcoscenici d’eccezione saranno il Complesso degli Incurabili di Napoli, sabato 30 novembre 2013 alle ore 18:30 con “Kairòs, sussurri del tempo” per favorire il restauro del Museo delle Arti Sanitarie (quota di partecipazione € 15) in collaborazione del Museo delle Arti Sanitarie, e la Villa Bruno di San Giorgio a Cremano, domenica 1 dicembre 2013 alle ore 11:30 con “Due ‘Ferdinandi’ alla corte dei Borbone”, un evento gratuito con degustazione di vini del territorio ideato per raccogliere fondi in occasione della giornata mondiale della lotta contro l’AIDS insieme all’associazione ANLAIDS – Comitato Territoriale Napoli e con il patrocinio morale del Comune di San Giorgio a Cremano. La prenotazione è obbligatoria per entrambi ai numeri 339.7020849 – 334.6227785 per limite posti.
“La cultura, l’arte e la storia sono risorse fondamentali per lo sviluppo dell'individuo, della società e dell’ambiente in cui si vive – spiega Erika Quercia, presidente di NarteA – Noi cerchiamo di adoperare le risorse del territorio per farle conoscere al pubblico e per sostenere giuste cause, come il progetto di restauro del Museo delle Arti Sanitarie e la lotta contro l’AIDS”. Partendo da queste preziose risorse, l’Associazione Culturale NarteA offre l’occasione di visitare questi luoghi d’inestimabile valore e fascino, trascorrendo un momento tra conoscenza, divertimento e beneficenza grazie al format delle “visite spettacolarizzate”.
Sabato 30 novembre 2013 si aprono agli ospiti le porte del rinascimentale Complesso degli Incurabili per la visita “Kairòs, sussurri del tempo”: i visitatori saranno catapultati nell'epoca remota in cui fu fondata la struttura partenopea attraverso un’esperta equipe di guide e personaggi storici redivivi, interpretati dagli attori professionisti Antimo Casertano, Fabiana Fazio, Annalisa Direttore e Stefano Ferraro. La “spettacolarizzazione” dell’evento darà corpo e anima a quel luogo, dove il tempo sembra rimasto imprigionato, come l'impronta di un momento, ferma a guardare le passioni, gli amori, gli ideali che si sono susseguiti nei secoli tra quelle mura. Come insegnano le donne della Buona Morte che sono qui passate, c'è sempre un tempo per ogni cosa: vivere, soffrire, guarire, amare, morire. In questo luogo, in ogni momento, si sente ancora il sussurro di quel tempo che parla ancora.
Domenica 1 dicembre 2013 i riflettori saranno accesi nel Palazzo della Cultura Vesuviana, ossia nella settecentesca Villa Bruno e nella Villa Vannucchi, sito in via Cavalli di Bronzo a San Giorgio a Cremano (Napoli), per un nuovissimo lavoro di NarteA “Due ‘Ferdinandi’ alla corte dei Borbone”. La partecipazione alla visita spettacolo sarà completamente gratuita e prevede una degustazione finale di vini del territorio: l’evento è promosso da NarteA in collaborazione con l’associazione ANLAIDS – Associazione Nazionale per la Lotta all’AIDS Comitato Territoriale Napoli, impegnata dal 1985 per fermare la diffusione dell’infezione da HIV, e con il patrocinio morale del Comune di San Giorgio a Cremano, con lo scopo di raccogliere fondi nella giornata mondiale della lotta contro l’AIDS. L’iniziativa “Due ‘Ferdinandi’ alla corte dei Borbone” andrà in scena nella settecentesca Villa Bruno, dapprima della famiglia Monteleone e poi quella dei Lieto, fu residenza estiva del Cardinale Luigi Ruffo Scilla, Arcivescovo di Napoli nonché parente del famoso cardinale sanfedista Fabrizio Ruffo. Dal 1816 la villa accolse la fonderia Righetti, nella quale avvenne la fusione dei cavalli delle due monumentali statue equestri raffiguranti Carlo di Borbone (futuro Re Carlo III di Spagna) e Ferdinando I delle Due Sicilie (già Ferdinando IV di Borbone). Dedicata alla famiglia Reale dei Borbone, la visita spettacolo ricreerà l’ambientazione borbonica nelle sale della villa per far immergere il pubblico-protagonista nell'atmosfera della corte di Ferdinando IV di Borbone, grazie all'equipe di attori professionisti vestiti in abiti d’epoca.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©