Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Cultura, Roma: la Casina delle Civette di Villa Torlonia presenta il suo bersaglio HERITY


Cultura, Roma: la Casina delle Civette di Villa Torlonia presenta il suo bersaglio HERITY
11/01/2011, 10:01

Il villino che ha riscattato le “arti minori” nella Capitale dei grandi capolavori è un museo di qualità. Il prossimo 14 gennaio alle 15:00, l’eclettica villa che fu la residenza di Giovanni Torlonia jr., oggi museo del Comune di Roma gestito da Zètema, scoprirà la targa che mostra i risultati della Certificazione Internazionale HERITY. La Casina delle Civette cha all’inizio nel XIX secolo era stata costruita per assomigliare ad una capanna svizzera, ha subito nel tempo trasformazioni che hanno reso questa villa un celebre esempio di eclettismo nel cuore di Roma, conosciuto tanto quanto il vicino quartiere Coppedè. Così chiamata per la ricorrenza nelle decorazioni di civette ed uccelli notturni che tanto affascinavano il misterioso principe Torlonia appassionato anche di esoterismo, che vi abitò fino alla sua morte nel 1938, con la guerra e l’abbandono raggiunse un degrado al quale il Comune di Roma pose fine dopo l’acquisto, nel 1978. Il grande restauro terminato nel 1997, ha restituito alla città un vero e proprio gioiello. I risultati sono rappresentati su una scala da 1 a 5, in un “bersaglio”, il simbolo prescelto da HERITY, affisso all’ingresso. Essi descrivono valore percepito, conservazione, comunicazione e servizi offerti che sono i quattro settori considerati nella certificazione internazionale HERITY rivolta a biblioteche, musei, archivi, monumenti (inclusi edifici religiosi) e siti archeologici, pubblici o privati, di tutto il mondo, purché aperti ai visitatori. L’innovazione della Certificazione HERITY risiede nel fatto che, accanto all’opinione di esperti di settore del team di valutatori HERITY, sono chiamati a dare il loro punto di vista il responsabili del luogo e il pubblico dei visitatori. Ecco il risultato finale:

Valore:3
Conservazione:4
Comunicazione:3
Servizi:3

La Capitale vanta già 23 luoghi certificati HERITY fra i quali il Pantheon, Santa Maria in Ara Coeli, i Musei Capitolini, il Palazzo del Quirinale o Castel Sant’Angelo. Per quanto riguarda il circuito museale del Comune di Roma è attualmente in corso la certificazione della seconda tranche di musei che vede tra gli altri anche l’Ara Pacis. La scopertura della targa avverrà alle 15:00 all’ingresso della Casina delle Civette alla presenza dei rappresentanti della Sovraintendenza Comunale, della direzione del museo, del III Municipio, della società di gestione e di HERITY.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©