Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

CULTURA. SETTIMO TORINESE DA’ IL BUON ESEMPIO: PRIMA CITTA’ CERTIFICATA HERITY IN PIEMONTE


CULTURA. SETTIMO TORINESE DA’ IL BUON ESEMPIO: PRIMA CITTA’ CERTIFICATA HERITY IN PIEMONTE
12/01/2009, 17:01

 

HERITY avanza. L’accordo di cooperazione con il Comune di Settimo Torinese e la Fondazione “Esperienze di Cultura Metropolitana”, siglato nel 2007 per la Certificazione di Qualità della Gestione del Patrimonio Culturale sancisce un nuovo passo avanti dei principi HERITY.
Il progetto prevede la valutazione del livello di organizzazione delle strutture di interesse culturale situate nel territorio di Settimo Torinese, e la loro offerta di servizi, come la Biblioteca multimediale, la Casa della Musica, dell’ Arte e dell’Architettura, il teatro Garibaldi, il Complesso del Mulino Nuovo e l’ Ecomuseo del Freidano. Un percorso di certificazione che si svilupperà per tre anni, poi rinnovabile, seguendo 4 parametri di valutazione: rilevanza, conservazione, comunicazione e servizi offerti.
Settimo Torinese, con Roma, Napoli, Firenze e Sardara le città esempio in Italia di Certificazione totale del Sistema Culturale, alcune delle quali hanno portato un esempio positivo alla Seconda Conferenza Internazionale HERITY 2008 che si è svolta a Roma dal 3 al 5 Dicembre presso Palazzo Valentini e la Sala Santa Marta.
 
HERITY, unione delle due parole heritage e quality, è l’Organismo Internazionale per la Gestione di Qualità del Patrimonio Culturale, presieduto dal Cardinale Francesco Marchisano, e in Italia dalla Senatrice Cav. Tullia Carettoni Romagnoli.
HERITY è in grado di descrivere il livello raggiunto da beni culturali aperti al pubblico, come musei, monumenti, chiese, castelli, palazzi storici, ville, parchi, resti archeologici, biblioteche, archivi, itinerari, reti tematiche ed altre emergenze culturali nei quattro settori della rilevanza, della conservazione, della comunicazione e dei servizi offerti. L’analisi restituisce un rapporto per ogni bene culturale i cui risultati vengono resi visibili graficamente mediante un “ bersaglio” diviso in quattro settori, che indica, per ogni settore, il punteggio raggiunto su una scala da 1 a 5.
Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©