Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Precede l’evento la proiezione del corto “La fine del mondo"

#CUOREDINAPOLI 2018, nei Quartieri Spagnoli la quarta edizione


#CUOREDINAPOLI 2018, nei Quartieri Spagnoli la quarta edizione
05/04/2018, 13:01

NAPOLI - Creatività, originalità, simboli, installazioni artistiche, 27 pixel ed un unico grande cuore rosso pulsante. Il 21 aprile torna #CUOREDINAPOLI, progetto artistico e culturale ideato e realizzato dal Corso di Nuove Tecnologie dell’Arte (NTA) dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, la seconda Municipalità, le associazioni e i privati attivi sul territorio napoletano. Giunto ormai alla sua quarta edizione, dopo essere stato accolto dalla collina di San Martino (2014), dalla Stazione Marittima (2015) e da Porta Capuana (2017), #CUOREDINAPOLI sarà ospitato dai Quartieri Spagnoli, luogo caratteristico della città di Napoli, teatro di contaminazioni storiche, integrazione culturale e intrecci di tradizioni, che verrà assunto come campo d’azione in cui realizzare una grande scultura antropologica relazionale, articolata all’interno del percorso urbano e alimentata dal “sentire” dei soggetti coinvolti.

Dare un'unica definizione puntuale di #CUOREDINAPOLI e del suo significato sarebbe riduttivo, oltre che complicato. Tuttavia, si può affermare con certezza che si tratti di un'esperienza basata su comunicazione, scambio ed empatia. Nato da un lungo periodo di sperimentazioni e lavoro all’interno del laboratorio di Nuove Tecnologie dell’Arte, #CUOREDINAPOLI è un’opera d’arte relazionale, un contenitore di significati eterogenei, un percorso di condivisione di esperienze ed energie che, attraverso il coinvolgimento emotivo delle persone che vi partecipano, ne influenza le percezioni, con l'obiettivo di sviluppare e rafforzare il senso di appartenenza comune al territorio. Si tratta di un'iniziativa senza dubbio fuori dagli schemi, originale ed affascinante, soprattutto se vissuta col cuore di chi abita in una città in cui talvolta non è semplice vivere, ma da cui è ancora più difficile allontanarsi. A precedere l’evento #CUOREDINAPOLI 2018 ci sarà, venerdì 6 aprile alle ore 18,30 presso il Cinema Modernissimo di Napoli, la proiezione del cortometraggio “La fine del mondo”, un ritratto della città frutto dell’esperienza del laboratorio di NTA dell’Accademia di Belle Arti, realizzato con il contributo della voce di Renato Carpentieri e con l’interpretazione di Ilario Franco. Napoli non è solo una metropoli, ma una città agglomeratrice di culture, suoni, odori, tradizioni, che con il suo flusso vitale rende possibile lo scambio di “ricchezza” all’interno del suo scheletro urbano. Il cortometraggio indaga questo processo inarrestabile, che va avanti da secoli, che consente alla città di accogliere differenze e contaminazioni e di inglobarle al proprio interno.

Numerosi sono i partner dell’iniziativa che, mettendo a disposizione la propria competenza e la propria esperienza, sostengono il progetto, favorendone la realizzazione. Tra questi: FOQUS - Fondazione Quartieri Spagnoli, Associazione Quartieri Spagnoli Onlus, Cooperativa Mercato di Resina, Bronx Film, Carpino, Multicinema Modernissimo, i Corsi di Design della Comunicazione e Fashion Design dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, mixed, mediaintegrati, disintegrati, gli abitanti e i commercianti dei Quartieri Spagnoli. A contribuire all’enorme successo dell’iniziativa, tuttavia, sono soprattutto i cittadini che, partecipando attivamente all’evento, dimostrano il forte senso di appartenenza al territorio di Napoli e la propensione a raccontarsi all’interno di un percorso di coinvolgimento relazionale.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©