Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

Da Armenia e Corea del Sud i vincitori dell'XI Concorso Internazionale di Musica Sacra


Da Armenia e Corea del Sud i vincitori dell'XI Concorso Internazionale di Musica Sacra
21/11/2011, 10:11

Si è svolta sabato 19 novembre presso la Basilica SS. XII Apostoli a Roma la finale dell’undicesima edizione del Concorso Internazionale di Musica Sacra. Vincitori ex aequo della competizione che ha visto iscriversi ben 117 cantanti ed esibirsi 13 finalisti, sono stati il soprano armeno Hasmik Torosyan con un inno tradizionale del XV secolo dal titolo Maria Magdalena, interpretato a cappella (senza accompagnamento strumentale) ed il baritono coreano Na Gunyong, che ha eseguito il brano Est ist genug dall’Elias di Felix Mendelssohn Bartholdy.
Secondo è arrivato il baritono slovacco Peter Kellner di soli 21 anni, che ha scelto Gott sei mir gnadig dal Paulus di Mendelssohn, e terzo il tenore ungherese Zoltàn Mehyesi, con un brano tratto dall’Oratorio di Natale (Weichnachtsoratorium BWV 248) di Johann Sebastian Bach.
Il premio speciale, “Provincia di Roma”, è andato al mezzosoprano polacco Katarzyna Otczyk che ha eseguiyo dalla Joahnnes Passion di Bach Es ist vollbracht: il riconoscimento vuole essere un contributo non solo alla scoperta di nuovi talenti stranieri residenti regolarmente nella Capitale, ma ha anche un prezioso obiettivo di integrazione artistica del nostro patrimonio nazionale.
A vincere il Premio Giovane Promessa è stata invece la ventenne Ana Victoria Pitts Carneiro, mezzosoprano brasiliano che ha interpretato per il folto auditorio presente Bereite dich, Zion dall’Oratorio di Natale BWV 248 di J.S.Bach.
Soddisfatta la prestigiosa giuria internazionale presieduta da Gianni Tangucci, e il comitato d’onore che ha visto presenziare in sala gli ambasciatori, presso la Santa Sede e in Italia, di oltre trenta nazioni.
Ospite speciale della serata è stata la mezzosoprano italiana Federica Carnevale vincitrice dell’edizione 2010 del Concorso, mentre la direttrice artistica e presentatrice dell’iniziativa, Daniela De Marco, presidente dell’Accademia Musicale Europea, ha dato appuntamento all’anno prossimo, ricordando il duplice obiettivo del concorso di scoprire nuovi talenti vocali nell’ambito della Musica Sacra e di generare per essi nuove opportunità di lavoro.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©