Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Parte l'Enotour 2012 della storica Attems

Da Aversa a Caserta fino a giungere a Messina il "Buono del Friuli" fa tappa nel Sud Italia


Da Aversa a Caserta fino a giungere a Messina il 'Buono del Friuli' fa tappa nel Sud Italia
17/05/2012, 16:05

Annessa nel duemila alla prestigiosa casa vinicola dei “Marchesi de’ Frescobaldi”, la Attems, blasonata cantina dei Conti Attems con sede storica a Lucinico, dopo il successo dello scorso anno, sarà nuovamente protagonista di un  tour  che partendo da Legnano attraverserà gran parte dell’ Italia all'insegna dei grandi abbinamenti vino-cibo. E così, grazie anche alle attenzioni di Federico Improta, ( nella foto) area manager della storicizzata azienda agricola toscana, la  bella ed invitante tournèe dedicata all’Azienda Attems, da generazioni sinonimo di viticoltura in Friuli Venezia Giulia, per il Sud Italia, giungerà dapprima a Caserta dove farà tappa il 24 maggio alla “Locanda Battisti”, poi ad Aversa, il 30 maggio, con l’enoteca “il Vino” di Carlo Menale ed ancora  il primo giugno nuovamente a Caserta nel “Palazzo del Gusto” di Nunzio Bugetto ed il 21 giugno all’Enoteca “Musso” di Sebastiano Musso a Messina. Obiettivo comune  la degustazione, la diffusione  e l’esaltazione di grandi vini capaci di riflettere pienamente il territorio, pur restando unici nello stile, nel rinnovamento  e nell’ approccio globale verso un mercato del vino di qualità. Protagonisti degli appuntamenti e delle relative degustazioni, che di volta in volta beneficeranno delle esemplificazioni pratiche e delle interessanti dissertazioni in materia  di alcuni esperti ed operatori, i vini: Sauvignon, Friulano,  Pinot Grigio , Pinot Grigio Ramato e  Ribolla Gialla. Sempre affollate di appassionati ed autorevoli rappresentanti dell’ “Associazione Italiana Sommelier”, le varie serate all’insegna dei nettari divenuti di appannaggio della “Frescobaldi” offriranno pure l’opportunità ai partecipanti di  assaggiare diverse prelibatezze. Per tutti, insomma,  grazie anche all’impegno di Federico Improta da sempre proiettato verso un’espansione commerciale sinonimo di passione, cultura e visibilità aziendale, dei nuovi  momenti capaci di diffondere con erudizione e pratica  i temi della viticoltura e della vinificazione allietandoli, altresì, con  delle piacevoli ed itineranti degustazioni.

Commenta Stampa
di Giuseppe Giorgio
Riproduzione riservata ©