Cultura e tempo libero / Mostre

Commenta Stampa

La Galleria Borghese ospita i capolavori di Lucas Cranach

Da Chardin a Morandi: ecco le mostre del fine settimana


Da Chardin a Morandi: ecco le mostre del fine settimana
15/10/2010, 21:10

A Ferrara il genio di Chardin, a Roma i capolavori della pittura veneta e Cranach, ad Alba (Cuneo) i paesaggi di Morandi sono le rassegne di maggior rilievo di questo week end, in cui la stagione delle mostre entra nel pieno per quantita' e qualita'.
FERRARA - Protagonista assoluto dell'arte europea del '700, tra i piu' celebrati pittori francesi di tutti i tempi, Jean Simeon Chardin (1699-1779) e' al centro di una grande mostra allestita dal 17 ottobre a Palazzo dei Diamanti. Per la prima volta in Italia dell'artista considerato da Van Gogh ''grande come Rubens'', arriveranno circa cinquanta capolavori, prestiti eccezionali dei maggiori musei. Intitolata Chardin. Il pittore del silenzio, l'importante esposizione offre l'occasione di ripercorrere le tappe salienti del percorso artistico del grande pittore, dalle nature morte giovanili alle raffigurazioni di fanciulle, garzoni, governanti, interni domestici, fino all'ultimo periodo, quando, verso il 1770, i problemi di salute lo inducono a rallentare l'attivita' e ad abbandonare progressivamente la tecnica a olio (17 ottobre- fino al 30 gennaio)
ROMA - Con 45 capolavori provenienti dai maggiori musei europei e internazionali la Galleria Borghese celebra il genio di Lucas Cranach il vecchio in una grande mostra che si protrarra' fino al 13 febbraio. Massimo esponente, assieme a Albrecht Durer, della rinnovata pittura tedesca del '500, l'artista fu pittore di corte e innovatore, legato alle tradizioni fiamminghe, ma al tempo contaminato anche dalle novita' figurative italiane. Intitolata Cranach. L'altro Rinascimento, il percorso espositivo, non cronologico, ma per temi e' suddiviso in sette sezioni: L'artista di corte, Il volto delle persone, Il potere delle donne, La fede, La sensualita' femminile, Le stampe. Il risultato e' una visione complessiva della variegata attivita' artistica di Lucas Cranach, il confronto con la produzione pittorica italiana del tempo, con delle importanti novita' sul piano della lettura critica e contestuale.
ROMA - Capolavori di Bellini e Lotto, Tiziano, Veronese, fino a Tiepolo e Canaletto: la pittura veneta sbarca a Roma in una grande mostra che ne ricostruisce gli snodi fondamentali dal '400 al '700. Intitolata I Grandi Veneti, l'importante rassegna al Chiostro del Bramante e' allestita al Chiostro del Bramante e presenta 80 opere provenienti dall'Accademia Carrara di Bergamo, attualmente in fase di ristrutturazione. Il percorso espositivo prende le mosse dalle due personalita' celeberrime di Giovanni Bellini e Carpaccio, nella seconda meta' del '500 per proseguire con il '500 dei Bassano, di Lotto, di Tiziano. Mentre piu' complesso e meno conosciuto e' invece il '600, quando Venezia si riscopre il Giorgione e un nuovo classicismo letterario in cui si recuperano alcuni aspetti della prima Rinascenza. La mostra si conclude con i dipinti di Tiepolo, Canaletto e Guardi ( fino al 30 gennaio)
ALBA (CUNEO) - Dipinti rarissimi, acquarelli preziosi, in tutto oltre 70 opere riunite per la prima volta in una mostra per illustrare il tema del paesaggio in Giorgio Morandi. Dal 16 ottobre al 16 gennaio, alla Fondazione Ferrero, saranno esposti i capolavori realizzati dal maestro bolognese per amici ed estimatori, da Cesare Brandi a Roberto Longhi a Carlo Ludovico Ragghianti. Intitolata Giorgio Morandi. L'essenza del paesaggio, la mostra e' l'occasione per indagare un aspetto centrale, eppure poco trattato dalla critica, dell'opera del grande maestro, dagli oli degli anni '10 alla Grizzana degli anni '30 fino al suo ultimo periodo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©