Cultura e tempo libero / Letteratura

Commenta Stampa

Da 'Eighties' a 'I trascendentali traditi': Claudio Sottocornola a Benevento


Da 'Eighties' a 'I trascendentali traditi': Claudio Sottocornola a Benevento
19/01/2012, 11:01

Venerdì 20 gennaio 2012, alla Libreria Luidig di Benevento, un appuntamento speciale con una delle personalità più poliedriche e "irregolari" della cultura italiana degli ultimi anni:Claudio Sottocornola. Docente di filosofia, artista grafico, interprete, poeta e saggista,Claudio Sottocornola (1959) è una delle personalità più poliedriche e "irregolari" della cultura italiana degli ultimi anni. I suoi studi - che si traducono sia in pubblicazioni che inrecital - sono accomunati dall'utilizzo delle categorie "popular" come chiave di lettura dellacontemporaneità e della storia italiana del '900. Proprio per questo motivo la stampa lo ha soprannominato "il filosofo del pop". Intellettuale inquieto e trasversale, Sottocornola è noto in Lombardia per i suoi eventi: recital, reading, lezioni-concerto con il coinvolgimento dei suoi studenti e mostre fotografiche riscuotono sempre successo, tanto da aver creato un vero e proprio "caso".

Per la prima volta a Benevento, il 20 gennaio Claudio Sottocornola sarà intervistato daDonato Zoppo e presenterà al pubblico sannita la sua stimolante e originale attività, in particolare l'ultimo saggio I trascendentali traditi (Velar Edizioni), dedicato a Pier Paolo Pasolini. Il titolo dell'incontro - Da 'Eighties' (1981) a 'I trascendentali traditi' (2011): un viaggio esistenziale nella presente assenza del senso - indica la direzione del suo percorso, alla ricerca dei valori e del sacro nell'epoca del mercato e della tecnologia, di una nuova ipotesi di insegnamento in un periodo difficile per la scuola, di un senso nuovo e pregnante dell'arte, della musica e della poesia in un panorama sempre più dominato dallaframmentazione del sapere.

In occasione dell'evento, nelle sale della Libreria Luidig saranno esposti anche alcuni collagerealizzati dal professore e appartenenti al progetto Eighties (Laudes Creaturarum '81), un'opera grafica dedicata agli anni '80, con il costante oscillare tra sacro e profano, trageneri "alti" e "bassi", tra critica all'edonismo e ricerca del simbolo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©