Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Da circa un secolo all'insegna di un arte senza tempo

Dai fratelli Russo un Museo del marmo in Via Bisignano


Dai fratelli Russo un Museo del marmo in Via Bisignano
22/10/2009, 16:10

Vi sono degli artisti a Napoli che, con le loro botteghe, riescono addirittura a collocarsi tra i protagonisti della storia locale ed ancora, vi sono delle vere e proprie dinastie che, tramandando i cosiddetti segreti del mestiere, di padre in figlio, riescono persino a preservare nel tempo certe antiche attività altrimenti destinate alla scomparsa. Tra queste, da oltre settant’anni a Napoli, c’è la  famiglia Russo che oggi come ieri lega saldamente il suo nome alla lavorazione artistica del marmo. Una dinastia di grandi maestri, quella dei Russo  che, sulla scia dei segreti dei grandi maestri borbonici e degli insegnamenti di papà Domenico, osserva ancora oggi i figli Gennaro e Nicola operare con maestria e passionalità per la produzione di rari e preziosi manufatti nonché di sculture ed intarsi di marmo. Seguendo il solco lasciato dai grandi maestri del Settecento, con un’infinita serie di pezzi d’arte unici di pietra e di marmo, le opere dei Russo sembrano nascere per arricchire le più nobili dimore internazionali. Contando anche sull’ultima generazione di eredi rappresentata dai giovanissimi Domenico, Dario e Fabio, ai quali si aggiungono gli altri esperti artigiani Diego Polito e Luigi Parisi, i celebri maghi del marmo confermano giorno dopo giorno la loro capacità nel trasformare in bellezza il duro e millenario elemento. Situati nella storica bottega di Via Bisignano, tra la Riviera di Chiaia e Via Filangieri, i maestri Gennaro e Nicola Russo offrono ai loro estimatori il frutto di una lunga esperienza insieme a delle vere e proprie rarità artistiche scaturite da una passione ed una sapienza in materia che affonda le radici nei secoli di una Napoli ancora borbonica. Creatori, a dispetto degli anni che passano e delle mode che cambiano, di oggetti senza tempo, i maestri Russo, con le loro opere , siano esse rappresentate da un camino, un intarsio, un tavolo, una fontana, oppure da una statua, un bassorilievo od una base unica per un ripiano di lucente cristallo, continuano a dimostrare che la tradizione non si può improvvisare. Un pezzo di marmo, nelle loro abili mani diventa una vera e propria opera d’arte capace di impreziosire il più pregiato arredamento così come la più semplice e funzionale abitazione. Le rare bellezze firmate dai fratelli Russo, ogni giorno prendono il volo per i paesi più lontani tanto per ribadire il successo di un rarissimo e qualitativo “made in naples” ambito anche all’estero. Non pochi, sono i clienti illustri che non riescono a fare a meno delle creazioni degli acclamati maestri, le stesse che sono altresì presenti in importanti chiese e strutture cittadine. Contando su di una nutrita schiera di estimatori tra cui  personaggi della cultura, della politica, delle istituzioni, dello spettacolo e dello sport, i Russo  hanno trasformato i loro locali in un vero e proprio Museo del marmo così come il loro laboratorio che, in una strada che lotta con il passare del tempo come via Bisignano, rimane un punto di riferimento per un artigianato che nulla ha da invidiare alla più nobile arte. Dinanzi alla storica bottega dei Fratelli Russo, non si può fare a meno di restare incantati per un luogo che diffonde la genialità di chi continua a mantenere vivo il desiderio del bello e del prezioso. Tra colonne, consolle, capitelli e cornici lavorate con antiche e precise tecniche segrete, Gennaro e Nicola Russo, insieme ai giovani allievi della loro famiglia, continuano ad offrire lo spunto per una Napoli che lavora e che trasforma gli antichi mestieri in arte.

Commenta Stampa
di Giuseppe Giorgio
Riproduzione riservata ©