Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Dal 26 al 30 aprile “ViviamoCilento”, slow festival tra musica, sentieri e sapori


Dal 26 al 30 aprile “ViviamoCilento”, slow festival tra musica, sentieri e sapori
24/04/2012, 13:04

Cinque percorsi tra i luoghi più suggestivi del Cilento, quattro rendez-vous gastronomici in linea con la filosofia slow e cinque straordinari eventi musicali, uno dei quali al tramonto con Vinicio Capossela. Questo è il Festival ViviamoCilento che si svolgerà dal 26 al 30 aprile tra Pollica, Castellabate, Casal Velino, Lustra, San Mauro Cilento, Serramezzana e Perdifumo. Un’interminabile serie di eventi, dal giorno alla notte, che animeranno quello straordinario angolo della Provincia di Salerno.

L’articolato palinsesto della cinque giorni da vivere, che ha come motto “Slow is different”, prenderà il via giovedì con il primo mix di arte, gastronomia, percorsi naturalistici e eventi musicali. Una formula che si ripeterà per tutto il lungo ponte del 1° maggio, proponendosi come motivo di attrazione e soprattutto di svago per i tanti turisti che affolleranno le località del Cilento in questo primo esodo dell’anno.

Ad aprire il calendario degli spettacoli, giovedì 26 aprile a Casalvelino, sarà il prestigioso trio formato da Peppe Servillo, Javier Girotto e Natalio Luis Mangalavite. Uno show, quello dei tre grandi maestri, che si annuncia tutto in bilico tra brio e meditazione, tra ironia e maestria, tra l’arte e la vita. Insomma, una pirotecnica combinazione di talento ed emozione.

Venerdì 27 a Villa Materazzo di Castellabate sarà poi la volta di Max Gazzè che, accompagnato dall’Orchestra Giovanile del Sannio diretta da Alessandro Nidi, proporrà il suo originalissimo “Uomo sinfonico”, nel quale molti dei suoi più celebri successi, ma anche romanze tra le più conosciute del repertorio della grande opera lirica, saranno reinventati in un viaggio musicale raffinato dalle inedite e coinvolgenti atmosfere melodiche e armoniche.

Vinicio Capossela sarà protagonista di un concerto-evento sabato 28 aprile a Torre Caleo di Acciaroli. Con questa tappa musicale l’artista ha deciso aderire alla filosofia di Festival partecipandovi con l’unico spettacolo che egli terrà al di fuori della sua tournée “Marinai, Profeti e Balene”. Un evento, sicuramente clou di un cartellone fittissimo, che si annuncia ricco di suggestione proprio perché Caposella ha scelto la fascia giornaliera del tramonto per iniziare la sua esibizione.

Domenica 29 aprile, ancora a Torre Caleo di Acciaroli il palcoscenico sarà conquistato da Daniele Silvestri, pronto a far ballare e cantare il suo pubblico rinnovando il successo del suo «S.C.O.T.C.H. Tour 2012» (il cui fortunato album ha già conquistato il disco d’oro), accompagnato dalla sua fidatissima band de “I Soliti Noti”.

Un finale di grande atmosfera e concentrazione sarà poi quello del concerto di lunedì 30 a Castellabate, che avrà per protagonista il jazz raffinato e comunicativo di Fabrizio Bosso e il suo Quartetto.

Nel periodo in cui questo bellissimo angolo d’Italia offre il meglio di sé, VIVIAMOCILENTO rappresenta dunque la possibilità di vivere una primavera diversa, che risuonerà di musica e di poesia, saprà di fiori e di terra, farà rivivere un tempo tra storia e leggenda: l’invito per una vacanza fatta di giornate passate insieme ad alcuni dei più grandi musicisti del panorama musicale italiano, ma anche a storici, filosofi, poeti. Una full-immersion che stimolerà sensi e mente, risveglierà ricordi e sensazioni. VIVIAMOCILENTO, infatti, seguendo i dettami dell’antica filosofia eleatica che qui nacque, è unione di corpo e mente, unione di musica e storia, ma anche scoperta di un territorio e un incontro con la sua gente.
Insomma, si annunciano giornate intensissime e divertenti anche per i bambini, con gare di aquiloni, “Giochi dimenticati” e Orienteering. E poi passeggiate per i luoghi più belli del Cilento guidati da storici o filosofi, lungo cinque sentieri che coniugano la costa e l’interno di grande fascino, che si concludono con “Buffet cilentani” ricchi dei prodotti tipici di una terra generosa come poche altre, un menù da far venire l’acquolina in bocca: acqua sale, fusilli al ragù di castrato, cavatelli, zeppole, ciambotta, parmigiana, melanzane e peperoni ‘mbuttunati, mastacciuoli, pane casereccio, sfriunzolo, scauratielli… e il menù potrebbe andare avanti a lungo, anche se questi sono solo alcuni dei piatti apparecchiati per gli invitati di VIVIAMOCILENTO.
Un Festival per tutti
Famiglie
Dalle 9 alle 16 di tutti i giorni del Festival potrete lasciare con fiducia i vostri bambini (dai 4 ai 14 anni) agli animatori del Festival, che li guideranno nelle attività che VIVIAMOCILENTO dedica loro: “Giochi dimenticati”, “Aquiloni in festa”, “Orientarsi all’aria aperta”, “Alla scoperta della Macchia Mediterranea”. Tutte le attività si svolgono in collaborazione con Legambiente Campania e CAI Salerno.
Ospitalità
Più di 60 strutture (alberghi, agriturismi, bed&breakfast e residence) del territorio cilentano si sono convenzionati con VIVIAMOCILENTO per offrire a costi superscontati la possibilità di soggiornare per tutto il periodo del Festival. È obbligatoria la prenotazione diretta. No agenzie o portali web.
Il Festival VIVIAMOCILENTO è un progetto ideato da è-motivi a.p.s. Parma, organizzato dal Comune di Pollica, capofila dei comuni di Casal Velino, San Mauro Cilento, Serramezzana, Castellabate, Lustra, Perdifumo, con il contributo dell’Assessorato al Turismo della Regione Campania e finanziato nell’ambito del Programma “Il Racconto” PO FESR Campania 2007-2013 Ob. Op.1.12.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©