Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Dal 6 luglio il premio Troisi


Dal 6 luglio il premio Troisi
01/07/2009, 21:07

Prenderà il via il prossimo 6 luglio la XIV edizione del Premio Massimo Troisi: ricchissimo il programma della kermesse, presentata questa mattina a Napoli, presso la Sala Giunta della Regione Campania, con una conferenza stampa alla quale hanno preso parte Rachele Furfaro, Consigliere per le Politiche Culturali del Presidente della Regione Campania; Franco Casillo, Presidente della Commissione Cultura del Consiglio Regionale; Domenico Georgiano, Sindaco di San Giorgio a Cremano; Angela Viola, Presidente del CdA dell?Istituzione Comunale Premio Massimo Troisi e Andrea Esposito, Coordinatore Culturale della manifestazione.
L?edizione, 2009 è dedicata proprio a Massimo: una scelta dettata dalla volontà di esaltare nel miglior modo possibile il ricordo e la traccia artistica dell?indimenticabile artista di San Giorgio a Cremano a 15 anni dalla sua scomparsa.
Un?intera Città, un?intera Comunità, come ogni anno per una settimana riscopriranno la loro identità attraverso una manifestazione che si ?apre? ulteriormente alle strade, alle piazze, alle scuole: questa la scelta del Sindaco di San Giorgio a Cremano, Domenico Giorgiano, e della Presidente del CdA dell?Istituzione Comunale - Premio Massimo Troisi, Angela Viola.
La prima novità di quest?anno è ?Aspettando il Premio Massimo Troisi?:
sarà Pulcinella, domenica 5 luglio, ad annunciare la kermesse che arriva. ?Annunciazione Annunciazione?, verrebbe da dire: il giorno dopo inizierà il viaggio di capitan Fracassa, che coinvolgerà fino al
12 luglio, data della serata finale, tutti i cittadini di San Giorgio a Cremano e i milioni di spettatori che hanno conosciuto e amato Massimo attraverso la sua arte. Tanti gli appuntamenti imperdibili in programma in Villa Bruno: tra gli altri Massimo Ranieri in concerto, Carlo Buccirosso con «Napoletani a Brodway», e Lello Arena, responsabile di un laboratorio teatrale nato per essere il primo passo
verso la creazione di una scuola di teatro stabile, che si esibirà in
«Histoire du soldat», spettacolo già messo in scena per il Presidente Giorgio Napolitano.
Tantissime, come di consueto, le proposte culturali in un cartellone che promette scintille: protagonista sarà anche la splendida Villa Vannucchi, recentemente restaurata, che ospiterà un gran galà di musica lirica in apertura di kermesse dove si esibirà Raffaella Ambrosi, mezzo soprano a cui andrà il Cremanum d'argento, riconoscimento del Consiglio Comunale riservato ai cittadini che si distinguono nel campo delle arti e dello spettacolo.
Due i premi alla carriera: li riceveranno Massimo Ranieri e Lello Arena. La show girl Maria Mazza farà da madrina nella serata finale.
Sul palco per premiare i piccoli autori dei cortometraggi studenteschi salirà Arisa, rivelazione musicale dell?anno. Punto di ritrovo per gli incontri «Sorrisi sotto traccia» con Pino Imperatore sarà la Fonderia Righetti di villa Bruno. I finalisti del concorso «Migliore attore comico» saliranno sul palco dell?arena Raffale Viviani il 9 e il 10 luglio. Coinvolti nell?evento anche i proprietari di villa Oxia, villa Tufarelli e villa Galante, che ospiteranno alcuni spettacoli in calendario.
Ma saranno i giovani i grandi protagonisti della XIV edizione del Premio Massimo Troisi: per la prima volta 50 ragazzi tra i 16 e i 28 anni faranno parte della giuria che decreterà il film vincitore della sezione «Concorso cinema commedia Italia». Le proiezioni si terranno gratuitamente al cinema Flaminio dall'8 al 10 luglio. I titoli in gara sono stati selezionati tra quelli usciti al cinema nell?ultimo anno e che hanno ottenuto un successo di pubblico e di critica. Si comincia mercoledì 8 con «Ex», protagonisti Claudio Bisio e Fabio De Luigi; e «Pranzo di Ferragosto». Il 9 sarà la volta de «La Matassa» di Ficarra e Picone e «Si può fare». Venerdì 10 luglio «Italians» di Carlo Verdone e «Diverso da Chi?», con Luca Argentero, Claudia Gerini e Filippo Nigro.

Il programma completo è scaricabile dal sito internet www.premiomassimotroisi.it
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©