Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Dalla storica casa Frescobaldi i grandi vini della Attems

Dalla Toscana al Friuli Venezia Giulia nel segno del rinnovamento e della qualità

Interessante tour per il Sud con il Sauvignon e Pinot Grigio

Dalla Toscana al Friuli Venezia Giulia nel segno del rinnovamento e della qualità
06/07/2011, 10:07

Annessa nel duemila alla prestigiosa casa vinicola dei “Marchesi de’ Frescobaldi”, la "Attems", blasonata cantina dei Conti Attems con sede storica a Lucinico,  è stata la protagonista di un mini tour con  interessanti tappe per il Sud Italia. E così, animata e curata nei minimi dettagli da Federico Improta, area manager della storicizzata azienda agricola toscana, la  bella ed invitante tournèe dedicata all’Azienda Attems, da generazioni sinonimo di viticoltura in Friuli Venezia Giulia, ha dato vita ad una serie di incontri  divisi tra la degustazione, la diffusione  e l’esaltazione di grandi vini capaci di riflettere pienamente il territorio, pur restando unici nello stile, nel rinnovamento  e nell’ approccio globale verso un mercato del vino di qualità. Partito lo scorso 15 giugno con l’ “Enoteca Musso” di Messina, gestita dalla famiglia Musso e con l’ “Enoteca Il Vino” di Aversa, gestita dalla famiglia Menale, la “marcia trionfale” dell’Attems è proseguita il 24 giugno con il “Ristorante Fronte del Porto” di Giovinazzo a Bari per poi concludersi, all’insegna del successo e dell’interesse generale , il 30 giugno all’ “Enoteca La Botte” di Casagiove a  Caserta,  gestita da Marco e Enzo Ricciardi e Tonino Rosato. Protagonisti degli appuntamenti e delle relative degustazioni, che hanno di volta in volta beneficiato delle esemplificazioni pratiche e delle interessanti dissertazioni in materia  di Michele Drusian, responsabile marketing e curatore della tenuta Luce della Vite e Attems, i vini: Sauvignon vendemmia 2010, Friulano vendemmia 2010, Pinot Grigio vendemmia 2010, Pinot Grigio Ramato vendemmia 2010 e  Ribolla Gialla vendemmia 2010. Sempre affollate di esperti, appassionati ed autorevoli rappresentanti dell’ “Associazione Italiana Sommelier”, le varie serate all’insegna dei nettari divenuti di appannaggio della “Frescobaldi” hanno pure offerto l’opportunità ai partecipanti di  assaggiare le prelibatezze dell’azienda friulana specializzata in raffinatezze alimentari, Jolanda de  Colo’. Per tutti, insomma,  grazie anche all’impegno di Federico Improta, da sempre proiettato verso un’espansione commerciale sinonimo di passione e cultura, dei nuovi ed interessanti momenti capaci di diffondere con approfondita erudizione e pratica  i temi della viticoltura e della vinificazione allietandoli, altresì, con  delle piacevoli ed itineranti degustazioni.

 

 

Commenta Stampa
di Giuseppe Giorgio
Riproduzione riservata ©