Cultura e tempo libero / Tv

Commenta Stampa

L'attrice reagisce alla bocciatura del Cda Rai

Dandini come Santoro: "Andrò in onda comunque"


Dandini come Santoro: 'Andrò in onda comunque'
16/09/2011, 14:09

ROMA - Non ci sta Serena Dandini al comportamento della Rai, e lo dice a tutti in conferenza stampa. Dopo la notizia della cancellazione del programma "Parla con me", deciso dal Cda della Tv di Stato, la Dandini protesta: "Volevo prendermi un anno sabbatico, ma per tigna non lo farò e andrò in onda: dove non lo so. So solo che lo facciamo perché dopo quattro mesi che lavoriamo dobbiamo sfogare. Al massimo lo faremo in piazza, può essere La7, può essere Sky, può essere il cinema. Dateci il tempo...".
E poi aggiunge: "Esco dalla Rai senza neanche un paio di calze. Anzi, lascio all'azienda un baule con tutti i miei vestiti neri. Cacciarmi dalla Rai non costa nulla. Non ho mai voluto un contratto in esclusiva con l'azienda, né cariche dirigenziali, che mi sono state offerte, ma che ho sempre rifiutato perché volevo essere libera. Sono pagata bene, ma a progetto. Quindi non ho tredicesime, quattordicesime e quant'altro". Smentendo così che i problemi nascano da sue richieste economiche troppo alte. Poi una stoccata al massimo dirigente Rai: "Al direttore generale Lorenza Lei avevo creduto, non capisco cosa sia successo. Comunque è molto più brava di Masi, infatti sta facendo tutto quello che Masi non è riuscito a fare''
Con lei, alla conferenza stampa, anche Michele Santoro e Sandro Ruotolo. Lapidario il commento del primo: "Se non si riesce a usare la parola censura, vuol dire che la parola censura è censurata"

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©