Cultura e tempo libero / Cinema

Commenta Stampa

Il film di Diritti supera tutti. Delusione per "Baaria"

David di Donatello: vince "L'uomo che verrà"


David di Donatello: vince 'L'uomo che verrà'
07/05/2010, 23:05

ROMA -Il film "Vincere",  di Marco Bellocchio si aggiudica il David come miglior regista, ma la statuetta di miglior film va alla pellicola di Giorgio Diritti, "L’uomo che verrà". Al film di Bellocchio vanno anche altri sette riconoscimenti tecnici, compreso il David per la miglior fotografia a Daniele Ciprì. A"La prima cosa bella" di Paolo Virzì va il premio per la miglior sceneggiatura e i premi per i due protagonisti, Valerio Mastandrea e Micaela Ramazzotti. "Mine vaganti" si porta a casa le statuette per i due attori non protagonisti, l’applauditissima Ilaria Occhini e Ennio Fantastichini. Miglior regista esordiente è Valerio Mieli con "Dieci inverni", girato in larga parte a Venezia. Il premio per il miglior produttore va a l’Aranciafilm di Giorgio Diritti e Simone Bachini. A "Ba’aria" di Giuseppe Tornatore solo il premio per miglior musicista, a Ennio Morricone. Jovanotti vince per la miglior canzoni con "Baciami ancora" per il film di Muccino

Commenta Stampa
di Mario Aurilia
Riproduzione riservata ©