Cultura e tempo libero / Tv

Commenta Stampa

"Meglio agenzia di collocamento che fabbrica di illusioni"

De Filippi:"Amici è oramai solo un'agenzia di collocamento"


De Filippi:'Amici è oramai solo un'agenzia di collocamento'
16/01/2010, 12:01

ROMA - La nona edizione di Amici; notissimo talent show di Maria De Filippi, si apre con una ammissione-confessione della conduttrice:"Preferisco essere considerata un’agenzia di collocamento che una fabbrica di illusioni".
Le edizioni che vanno in onda anno per anno, a differenza dei vari gf, paiono non soffrire di cali improvvisi d'ascolto e, anzi, riescono a lanciare veri e proprie "star" come Marco Carta ed Alessandro Amoroso (in pratica è come dire David Bowie e Sting). Ed è proprio in questo senso che la De Filippi ci tiene a precisare che il suo programma non è una semplice e fatua vetrina per esibizioni.
"Bisogna che ora se ne renda conto chi per anni ne ha parlato come di una fabbrica di illusioni - continua infatti la moglie di Maurizio Costanzo-. Il nostro obiettivo è di dare opportunità concrete a questi ragazzi. Segnali importanti ci sono stati nel campo del canto, come Marco Carta e Alessandro Amoroso. La presenza forte dei discografici in questa edizione ha cambiato molto il programma: la qualità di canto e ballo è sicuramente più alta e i ragazzi, che in passato si sarebbero rivolti direttamente alle case discografiche, passano dai nostri provini".
Ma il "collocamento" non è riservato esclusivamente agli aspiranti cantanti. Amici garantirà infatti contratti di lavoro di almeno un anno con Josè Limon, New York Boston Ballet e il teatro San Carlo di Napoli. Per non parlare dei musical con accordi già stretti con società come la 
Age e Stage Entertainment.
Saranno poi presenti anche gli autori americani de "La Bella e la Bestia" che visioneranno il lavoro dei ballerini della scuola di canale 5 per scegliere quelli che potranno far parte del loro prossimo spettacolo "Flashdance". Non mancheranno, ovviamente, le grandi case discografiche come Sony, Universal, Emi, Sugar music e Warner.
Amici tornerà in tv domani sera, dalle 20:30 e Maria non si dice troppo preoccupata della messa in onda domenicale anche se si rende conto che "la domenica resta di RaiUno" ed ammette: "avrei preferito il venerdì ma non mi tiro indietro".
L'industria dei talenti momentanei sta per partire e, la sua deus ex machina, ha tutte le intenzioni di fare sul serio. L'illusione che non si giochi con le illusioni imbambola tanti e lascia delusi molti.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©