Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

De Martino premia i ragazzi di "Una vela per sperare"

Si conclude con un campo a scuola la prima fase del progetto

De Martino premia i ragazzi di 'Una vela per sperare'
28/06/2011, 13:06

NAPOLI - Sarà il Prefetto di Napoli, Andrea De Martino, a premiare, mercoledì 29 giugno alle ore 11.00, nella sede della Lega Navale di Napoli al Molosiglio, i ragazzi che hanno preso parte alla prima fase del progetto “Una vela per sperare” , organizzato dalla Lega Navale stessa e da Padre Antonio Loffredo, parroco simbolo del Rione Sanità, insieme alla Marina Militare Italiana, alla fondazione Albero della Vita onlus, all’associazione l'Altra Napoli onlus e alla Fondazione Paoletti.
L’iniziativa, partita a dicembre, ha coinvolto, in questa prima fase, circa 50 bambini di alcuni dei quartieri più disagiati di Napoli (Rione Sanità e San Giovanni a Teduccio).
A settembre, partirà l’altra tranche del progetto, con il coinvolgimento di altri 50 bambini.
Un progetto che vede nella vela uno strumento di elevata valenza educativa, per offrire ai ragazzi in situazioni di disagio sociale una speranza: quella di una vita normale, lontana dalle miserie e dal degrado del quartiere, e basata su valori – lealtà, onestà, solidarietà – che sono imprescindibili, in mare e nella quotidianità, per costruire un futuro migliore.
In quest’ottica, la presenza del Prefetto De Martino assume un significato ancora più pregnante, a testimonianza di un percorso di legalità che si conclude, per questi ragazzi, di fronte ad una delle cariche istituzionali più rappresentative dello Stato.
Ai corsi di vela sono stati affiancati interventi di contenuto pedagogico, attuati dagli operatori della Fondazione Paoletti che hanno aiutato i bambini a meglio comprendere questa esperienza in mare, nominalizzandola e collocandola adeguatamente all'interno della loro rappresentazione della vita.
E dal 4 luglio, alcuni dei ragazzi che hanno mostrato una particolare attitudine alla vela potranno proseguire la loro formazione con un campo scuola di una settimana a Ischia, grazie all’interessamento del Presidente della Lega Navale di Napoli, Alfredo Vaglieco e all’attenzione e alla disponibilità dimostrata dal Presidente del Circolo Nautico Punta Imperatore, Pasquale Orofino.

“Questo progetto ci ha dato soddisfazioni enormi– spiega l’avv. Alfredo Vaglieco, Presidente della Lega Navale – Vedere questi ragazzi appassionarsi ad uno sport come la vela è stato emozionante. Alcuni di loro hanno dimostrato una predisposizione straordinaria, un vero talento, tant’è che li abbiamo accolti nel gruppo agonistico della Lega Navale. Ma straordinaria è stata anche la sensibilità che abbiamo trovato nei nostri interlocutori, nelle ONLUS che hanno preso parte al progetto così come nelle Istituzioni che ci hanno offerto il loro appoggio. E’ la dimostrazione lampante che si può fare tanto anche con poco, che un progetto che ha impegnato risorse economiche tutto sommato esigue ha potuto regalare a questi ragazzi emozioni, lezioni di vita e, soprattutto, ci auguriamo, la speranza di un futuro migliore.”

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©