Cultura e tempo libero / Teatro

Commenta Stampa

Debutto a Napoli per il Balletto dell'Opera di Lione


Debutto a Napoli per il Balletto dell'Opera di Lione
15/10/2011, 11:10

Domenica 16 ottobre alle ore 20.30 (con replica martedì 18 alla stessa ora), secondo appuntamento del cartellone di “Ottobre Danza 2011”.
Per la prima volta sul palcoscenico del San Carlo, le coreografie di un grande protagonista della danza, William Forsythe, eseguite dal Balletto dell'Opera di Lione, compagnia considerata tra le migliori interpreti delle creazioni dell'artista newyorkese, al suo debutto al Lirico di Napoli.
Il programma della serata propone il trittico composto da “Second Detail” (1991), “Workwithinwork” (1998) e “Quintett” (1993), lavori che appartengono ad una fase creativa di grande interesse. Diversi per carattere e genere, racchiudono nel loro insieme lo spirito d'avanguardia e audace di Forsythe, artista che ha dedicato la sua ricerca all'invenzione e all'innovazione nello stile coreografico. “Second Detail” (per la quale Forsythe firma anche scene, costumi e luci, su musiche di Thom Willems) è ambientata in uno spazio grigio/bianco, immerso in una luce tenue, dove improvvisamente un'onda di movimento si libera e si interrompe tra evoluzioni rapide e complesse. “Workwithinwork” fa sfoggio dei grandi virtuosismi ideati da Forsythe, che sceglie come accompagnamento musicale “Duetti per due violini, vol. 1” scritti da Luciano Berio tra il 1979 e il 1989 (i costumi sono di Stephen Galloway, scene e luci di Forsythe). Chiude il trittico “Quintett”, una sorta di saggio minimalista composto in un periodo molto doloroso per il coreografo (la malattia terminale della sua compagna), con protagonisti corpi velleitari, impacciati e stanchi, alla ricerca vana di uno slancio (costumi di Stephen Galloway, scene e luci di Forsythe, musiche di Gavin Bryars).
Le coreografie di Forsythe -che richiedono una grande preparazione ed una particolare forza atletica- sono da oltre dieci anni entrate a far parte del repertorio del Balletto dell'Opera di Lione, diretto dal 1998 da Yorgos Loukos, il quale ha portato la compagnia a confrontarsi con i più grandi coreografi contemporanei, ad arricchire il proprio repertorio con la rilettura dei classici e ad esibirsi costantemente in tournée in tutto il mondo.
La due giorni al San Carlo dedicata a Forsythe si completa con una masterclass, a cura di Javier Torres del Balletto di Lione, in programma lunedì 17 alle ore 11.00 e aperta ai migliori studenti delle scuole di danza campane.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©