Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

DENNIS FANTINA E' DISOCCUPATO


DENNIS FANTINA E' DISOCCUPATO
21/01/2009, 19:01

Ve lo ricordate Dennis Fantina, il simpatico vincitore di una delle prime edizioni del famosissimo e seguitissimo "talent show" Amici? Ebbene, questo giovanotto dalla voce travolgente, dopo qualche anno di discreto successo, due dischi e un musicall d'alto livello (Grease, per la precisione) si ritrova senza un lavoro e quasi totalmente a rosso; abbandonato e rifiutato dall show biz che lo aveva promosso/illuso subito dopo averlo visto diventare un amico di Maria (non quella che si fuma, eh?). Il povero Dennis, pare sia stato infatti costretto a ritornare a lavorare nella fabbrica di tappi di sughero in cui era impiegato prima del suo a quanto pare effimero successo. Il cantante è infatti sposato, ha un figlio e, i 400 euro mensili che gli garantiva il piano bar, non potevano certo bastare a sostenere la famiglia e il classico, immancabile mutuo.

Dennis, in un'intervista, racconta di essere stato letteralmente abbandonato dai produttori discografici dopo il flop quasi totale del suo secondo disco. In generale, però, è stato tutto l'impietoso mondo dello spettacolo ad averlo evitato accuratamente, dopo aver cullato il suo sogno di diventare un grande cantante! Un brusco ritorno alla realtà per questo giovane talento che, ne siamo certi, ha nel cuore tutta l'amarezza di chi tocca con mano un sogno e poi, all'improvviso, lo vede sparire tra le leggi spietate del mondo dello spettacolo

Di seguito riportiamo il comunicato stampa ufficiale rilasciato da Dennis Fantina dove si smentiscono numerose delle dichiarazioni attribuitegli del settimanale "Di Più"

 

Dennis

Un polverone inutile.

“Ma chi ha mai detto queste cose?” dichiara Dennis, risentito dalla titolazione fuorviante (e non dell’intero contenuto), del servizio uscito sul settimanale Di Più.

“Non ho mai detto che sto lavorando in fabbrica e nemmeno che lascerò sicuramente il canto e il mondo dello spettacolo per tornare in una fabbrica di tappi di sughero, ma che chiaramente nell’eventualità di non ricevere proposte o contratti discografici, cercherò un nuovo lavoro, (ho già inviato infatti delle domande) che sia in azienda, in fabbrica o in un bar questo non importa, sono tutti lavori che svolgevo prima del successo di Saranno Famosi e che tornerei a fare tranquillamente se ce ne fosse la necessità.”

 

Un servizio, quello uscito sul settimanale, che ha scatenato un rimbalzo incredibile della notizia su media, web e carta stampata, riportando anche dichiarazioni e particolari errati e interpretati nella maggior parte dei casi in modo sbagliato.

 

“Ci tengo a ridimensionare la situazione, in modo tranquillo. Non ci trovo niente di male nella possibilità di lasciare il mondo dello spettacolo per un altro lavoro, e non mi sto lamentando per questo, anzi. Non ho attualmente contratti firmati, questo è un dato di fatto, come quello che non rimango con le mani in mano sperando in chissà che, visto che ho come tutti, una famiglia e una casa. Non mi sono e nessuno di ha illuso, promettendomi una carriera al vertice di fama e celebrità, ne ero consapevole prima e lo sono oggi.”

“Qualcuno ha affermato che ho offeso la categoria degli operai? Niente di più falso. Prima di Saranno Famosi facevo una vita normale, con un lavoro come altri, come quello che fanno milioni di persone, un lavoro dove si fa fatica davvero e dove il denaro è tutt’altro che facile!”

Quello che mi dispiace è che come sempre non tutto quello che diciamo in questo ambiente è preso con le dovute cautele.” conclude Dennis.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©