Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Dieci anni di mistero con "GialloLuna NeroNotte" - Ravenna 21-30 settembre 2012


Dieci anni di mistero con 'GialloLuna NeroNotte' - Ravenna 21-30 settembre 2012
04/09/2012, 11:27

GialloLuna NeroNotte”, il Festival di letteratura di genere gialla e noir di Ravenna, compie dieci anni. E per celebrare nel migliore dei modi questa importante ricorrenza – conquistata fra non poche difficoltà, considerando anche il momento che sta attraversando la cultura italica e non solo -  il cartellone in programma dal 21 al 30 settembre sarà quanto mai ricco e pieno di novità. A partire dalla data stessa dell’evento, solitamente in programma nel mese di ottobre, e dalla location. Infatti, la parte legata agli incontri con gli autori nazionali e internazionali e dei laboratori verrà ospitata per la prima volta all’interno di una tensostruttura allestita appositamente nella centralissima piazza del Popolo.

 

La sezione con gli incontri letterari sarà come di consueto la parte portante del festival. Arriveranno a Ravenna: Romano De Marco (“Ferro e fuoco”, Pendragon) e Luca Poldelmengo (“L’uomo nero”, Piemme) per parlare dei poliziotti in città (26 settembre ore 18); Gianni Biondillo (“Strane storie”, Guanda) e Maurizio De Giovanni (“Il metodo del coccodrillo”, Mondadori), con l’intento anche di rendere omaggio alla coppia di scrittori Fruttero e Lucentini a 40 anni dalla pubblicazione del loro primo romanzo giallo, “La donna della domenica”. Coordina l’appuntamento la giornalista Cristina Marra (28 settembre ore 18).

Verrà poi riproposto l’appuntamento con “Il giallo dei debuttanti”, ovvero la giornata dedicata ai nuovi autori lanciati da case editrici nazionali, offrendo loro un “nume tutelare”, un autore già noto che li “terrà a battesimo”. Alcuni autori presenti nel 2011 in questa sezione – Roberto Costantini e Lorenza Ghinelli, ad esempio – sono diventati veri e propri casi letterari. Quest’anno la ribalta sarà tutta per Stefano Mazzesi (“Bianco come la notte”, Foschi Editore) e Giuliano Pasini (“Venti corpi nella neve”, Fanucci). Appuntamento il 27 settembre ore 18.

 

Per confermare la sintonia con il progetto Ravenna capitale della cultura 2019, “GialloLuna NeroNotte” organizza un omaggio alla letteratura noir spagnola, nei 40 anni dalla pubblicazione del romanzo sperimentale “Ho ammazzato J. F. Kennedy”, di Manuel Vázquez Montalbán, dove appare per la prima volta il detective privato Pepe Carvalho. Grazie alla sinergia con il prof. Dante José Liano, del Dipartimento di Scienze linguistiche e Letterature Straniere dell’Università Cattolica di Milano, il 29 settembre saranno a Ravenna lo scrittore esule cubano anticastrista Amir Valle (“Non lasciar mai che ti vedano piangere”, Edizioni Anordest) alle ore 11, e lo scrittore iberico Juan Madrid (“Mele marce. Marbella noir”, E/O) alle ore 18.

 

Spazio anche agli scrittori romagnoli, per offrire una vetrina ai piccoli editori che si impegnano con serietà nella promozione di autori validi, ma non ancora conosciuti. Il 25 settembre, ore 18, ci saranno Paolo Martini e Stefano Damiani (“Giallo smalvito”, Carta Bianca Editore) e Chiara Arrighetti (“Un’oncia di rosso cinabro”, Carta Canta Editore).

 

Seguendo la propria linea di valorizzazione dei “giovani” e degli autori esordienti, “GialloLuna NeroNotte” ha lanciato, ad inizio anno, per la prima volta un Concorso letterario (romanzo e racconto inediti), realizzato in collaborazione con la casa editrice Sbc di Ravenna. Vi hanno partecipato una trentina di autori. La proclamazione del vincitore, che vedrà poi pubblicata e distribuita la propria opera, avverrà nel corso del Festival il 23 settembre alle ore 11.

 

Fra i numerosi altri appuntamenti in programma per il decennale del Festival: due mostre dedicate ai fumetti: “Nero Nervi”,  realizzata dagli studenti del liceo artistico-istituto d’arte per il mosaico Pierluigi Nervi-Gino Severini che hanno partecipato a incontri ad hoc nel corso dell’anno (alla Biblioteca Oriani, inaugurazione il 22 settembre alle ore 11), e “Prof/ondo Giallo” con opere dagli stessi docenti (all’Autorità Portuale di Ravenna, inaugurazione il 24 settembre alle ore 11).

 

A inaugurare “GialloLuna NeroNotte” come di consueto sarà la serata di gala tra musica e letteratura, “in trasferta” al Teatro Socjale di Piangipane (21 settembre ore 21). Nel corso della serata sarà consegnato il “Premio GialloLuna NeroNotte 2012”. Per la decima edizione è stato assegnato al simbolo della letteratura di genere italiana, il periodico “I Gialli Mondatori”; interverrà il redattore capo delle pubblicazioni da edicola di Mondadori, lo scrittore Franco Forte. “Chi uccide le star del rock?” è invece il titolo del concerto della Gigi’s Band. In scaletta i brani di alcuni dei miti del rock che hanno avuto una fine prematura e, spesso, avvolta dal mistero, da Jim Morrison a John Lennon e Kurt Cobain, spulciando dal libro di Carlo Lucarelli dedicato alle morti strane o violente nel mondo dello spettacolo.

 

Fra i numerosi altri appuntamenti in programma per il decennale del Festival: “A spasso con Diabolik”. Nei 50 anni della nascita del celebre eroe “nero” dei fumetti italiani, il Teatro del Drago  propone una caccia al tesoro per il centro storico della città dedicata ai bambini (23 settembre ore 15).

 

Infine, come avvenuto anche in passate edizioni, il Festival “GialloLuna NeroNotte” mette in atto anche una raccolta fondi con finalità benefiche. Negli anni trascorsi sono stati raccolti fondi, attraverso azioni e modalità differenti, per una missione in Africa del Cardinale Ersilio Tonini, per Amnesty International, per l’Associazione Bambini Cri du Chat. Quest’anno si aiuteranno le popolazioni colpite dal sisma in Emilia.

 

“GialloLuna NeroNotte” è ideato e organizzato dall’associazione culturale Pa.Gi.Ne., in collaborazione con Provincia, Comune di Ravenna e Autorità Portuale di Ravenna.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©