Cultura e tempo libero / Tv

Commenta Stampa

In Campania i prezzi più bassi d'Italia

Digitale Terrestre, ecco i prezzi degli impianti


Digitale Terrestre, ecco i prezzi degli impianti
25/09/2009, 14:09

In Campania i prezzi degli interventi necessari per adeguare gli impianti televisivi alla ricezione del segnale digitale saranno tra più bassi d’Italia, tra le Regioni che passeranno al digitale terrestre entro l’anno. E’ questo il frutto della proposta presentata dalle associazioni regionali di categoria CNA e CLAAI nel corso di una riunione tenutasi a palazzo Santa Lucia con i dirigenti della Regione Campania, del Corecom e del Dipartimento Comunicazioni del ministero dello Sviluppo Economico. L’iniziativa è volta a tutelare le fasce più deboli, in particolar modo anziani e famiglie a basso reddito, promuovendo le imprese in regola e contrastando il sommerso.
Con l’avvicinarsi dello switch over (14 ottobre) e dello switch off (1-16 dicembre) ci sarà una maggiore necessità di adeguare gli impianti di ricezione obsoleti e di installare i nuovi decoder. Attraverso l’impegno delle istituzioni, delle associazioni di categoria e dei consumatori (Adiconsum, Federconsumatori, Assoutenti), i cittadini campani potranno dunque usufruire di un prezziario trasparente per ogni tipologia di intervento. Questo il tariffario proposto, che sarà pubblicato nei prossimi giorni sui siti internet di Regione e Ministero insieme all’elenco di tecnici e installatori che aderiranno all’iniziativa, oltre che diffuso attraverso un’apposita campagna di comunicazione:

      Installazione decoder standard:  €25,00
      Installazione  max 3 decoder: €35,00
      Impianto singolo standard: €120,00
      Impianto singolo standard + amplificatore: € 150,00
      Impianto singolo standard + amplificatore  +  2nda antenna: €180,00
      Impianto satellitare (cavo max 30m.): €120,00

I lavori dovranno essere svolti esclusivamente da aziende abilitate e da tecnici qualificati per la tipologia di installazione richiesta.  Chiamando il numero verde del ministero 800.022.000 sarà possibile conoscere già dai prossimi giorni l’elenco degli installatori abilitati.


 

Commenta Stampa
di Agostino Falco
Riproduzione riservata ©