Cultura e tempo libero / Letteratura

Commenta Stampa

Dissanguati? La guida pratica per la tutela del consumatore

A cura del Codacons

Dissanguati? La guida pratica per la tutela del consumatore
25/06/2013, 14:16

C’era una volta Totò che vendeva la fontana di Trevi. Oggi ci sono anche le mozzarelle blu, i contratti telefonici sibillini, i titoli spazzatura e i tranelli dell’e-commerce. Per difendersi dalle frodi non serve un supereroe: basta essere informati sui propri diritti, e nessuno lo è più degli avvocati del Codacons, che assistono quotidianamente i consumatori nell’insidiosa giungla popolata da polizze assicurative, cartelle esattoriali, pubblicità ingannevoli, balzelli, stangate e mostruosità varie. La più nota tra le associazioni italiane di consumatori ci guida con autorevolezza attraverso i labirinti della normativa, spiegando in modo chiaro e semplice come aggirare le trappole e cosa fare quando, ahimè, ci si è già caduti.

 

Il Codacons – Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori – è un’associazione nata nel 1986 per informare i consumatori e difenderli con ogni mezzo legittimo, compreso lo strumento giudiziario, suggerendo al tempo stesso al legislatore e alle amministrazioni i mezzi e le misure utili a salvaguardare i diritti e gli interessi economici dei soggetti pubblici e privati. Attraverso le sue molteplici iniziative e l’articolata organizzazione, nel corso degli anni il Codacons ha legato il proprio nome a innumerevoli battaglie e vertenze sui temi più disparati: la tutela della salute, la sicurezza e qualità di prodotti e servizi, il miglioramento degli standard contrattuali, la trasparenza e l’equità della normativa al fine di evitare abusi ai danni della collettività e del singolo. Da sempre il suo motto è: Non ingoiate il rospo!

 

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©