Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

Domani a Benevento Città Spettacolo l’attesissima prima nazionael di “Ferito a morte”


Domani a Benevento Città Spettacolo l’attesissima prima nazionael di “Ferito a morte”
09/09/2011, 12:09

Alla Chiesa di Santa Sofia tornerà “Raccontami Benevento”. L’appuntamento è alle 17:00 con Rosaria De Cicco e Gabriele Saurio, drammaturgia di Maurizio De Giovanni. Alle 18:00 alla Rocca dei Rettori l’appuntamento è, invece, con Gea Martire (drammaturgia di Antonella Cilento).
Alle 18:00, all’Hortus Conclusus, Iaia Forte sarà protagonista dell’ultimo appuntamento del ciclo delle “Letture stregate” a cura di Gabriella D’Angelo della Fondazione Bellonci.. Iaia Forte leggerà “L’energia del vuoto” (edizione Guanda) dello scrittore Bruno Arpaia (finalista del Premio Strega 2011), che sarà presente all’incontro.
Nel Chiostro di Santa Sofia con “Per Grazia Ricevuta - Salvi per miracolo. Santi, Martiri e Madonne nell’iconografia popolare delle edicole votive” tornano i Tableaux Vivants dell’Accademia di Belle Arti di Napoli. Lo spettacolo, nato come un percorso itinerante e per spazi non convenzionali, è frutto di un intenso lavoro laboratoriale in cui gli allievi diventano idealmente spettatori/attori di un teatro anatomico, luogo in cui si incrociano lo studio del corpo con lo studio dell’estetica e dell’arte; il pubblico accompagnato in un viaggio visionario alla scoperta della fede visibile, potrà assistere attraverso la rappresentazione di edicole votive e di dipinti strettamente collegati alla città di Napoli ad un affresco tutto partenopeo che si comporrà nel Chiostro della Chiesa di Santa Sofia.
Alle 19:00 nella corte dell’ex Convento Scolopi (piazza Piano di Corte) un nuovo appuntamento con la musica del conservatorio Nicola Sala di Benevento. Questa volta le note saranno dedicate ai 150 anni della nostra Nazione. Lo spettacolo “Suoni e voci dal risorgimento” sarà diretta dal maestro Adriana Accardo.
Al Museo Arcos, alle 19:00, alle 20:30 e alle 21:45, nuovi appuntamenti con “Fermentaciòn (Il viaggio dell’Uva)”. Enrique Vargas propone una suggestiva e coinvolgente esperienza ludico sensoriale che racconterà agli spettatori il segreto e il rischio di svelare l’anima che abita nel vino.
Al Teatro Comunale alle 21:00 nuovo appuntamento con “Ferito a Morte” di Raffaele La Capria, con Mariano Sigillo (produzione Teatro Stabile di Napoli e Vesuvioteatro in collaborazione con Napoli Teatro Festival Italia – regia di Claudio Di Palma). Ri-Leggere Ferito a morte. Non rileggere per reinterpretare sofisticando, ma rileggere nel senso più proprio del termine, ovvero: leggere ancora. Farlo secondo una procedura teatrale in grado di proporre una sinossi ricreativa ed esaustiva dell’articolata testualità di La Capria. “La scrittura si è realizzata a Roma in un appartamento moderno di un palazzo moderno” dice La Capria. Rileggere Ferito a morte, insomma, per percepire momentaneamente il respiro di quella vita che è stata mentre ci si occupava d’altro.
A chiudere la XXXII edizione del Festival Benevento Città Spettacolo sarà, infine, lo spettacolo “L’Uomo Sinfonico” di Max Gazzè, accompagnato dall’Orchestra Giovanile del Sannio. Un mix di opera e hit-parade con rielaborazioni di brani di Rossini, Mozart, Bizet e Stravinskij.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©