Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Domani a Napoli: Convegno e serata di video e teatro per proteggere l'agricoltura contadina


Domani a Napoli: Convegno e serata di video e teatro per proteggere l'agricoltura contadina
17/11/2011, 13:11

Un seminario di studio e un evento serale con spettacolo teatrale e proiezioni per diffondere consapevolezza sui rischi che corre il diritto al cibo e su come agire per tutelarlo: sono gli eventi che l’associazione N:EA (Napoli Europa Africa) organizzerà domani a Napoli nell’ambito della Campagna “SBLOCCHIAMOLI: Cibo, salute e saperi senza brevetti”, promossa da associazioni e atenei di Italia, Spagna, Ecuador, Bolivia e India e co-finanziata dalla Commissione Europea.

L’impatto delle politiche pubbliche sul settore dell’agroindustria in Campania; la tutela delle sementi libere da brevetto, i rischi del land grabbing, la valorizzazione dei saperi locali e delle buone pratiche delle reti contadine: sono gli argomenti che saranno affrontati domani al Convegno “Sblocchiamo il diritto al cibo: cosa c’entrano i brevetti con la sovranità alimentare”, che si terrà all’Università l’Orientale di Napoli, in Palazzo del Mediterraneo (aula T2), via Nuova Marina 59, dalle ore 10 alle 14.

Come rappresentante degli Enti locali è previsto l’intervento dell’Assessore ai Beni comuni del Comune di Napoli Alberto Lucarelli, che si è impegnato a perseguire gli obiettivi della Campagna SBLOCCHIAMOLI - dalla tutela dell’agricoltura contadina, alla promozione dei farmaci generici – con la firma di una dichiarazione di intenti (in allegato la dichiarazione scansionata). Interverranno la sociologa Alessandra Corrado (Università della Calabria), l’agronomo Gianni Cicia (Università di Portici) e i giuristi Valentina Grado (Università L’Orientale di Napoli) e Corrado Briganti (Università Federico II di Napoli). Al Convegno porteranno la loro esperienza sul territorio, rappresentanti della realtà associativa contadina “Ragnatela”.

A partire dalle 17:30 si terrà nell'aula delle Mura Greche di Palazzo Corigliano dell’Università “L’Orientale” di Napoli, lo spettacolo teatrale “Il Caso Neem” a cura del Centro Informazione e Educazione allo Sviluppo (Cies). E’ prevista inoltre la proiezione dei documentari “Genuino Clandestino” di Nicola Angrisano e “The India’s choice”, di Andrea Boni.



La Campagna SBLOCCHIAMOLI è sbarcata a Napoli il 16 ottobre in occasione della giornata mondiale sulla sovranità alimentare, quando la N:EA ha organizzato uno stand informativo a piazza dei Martiri. Decine di cittadini hanno sottoscritto una petizione per chiedere ai rappresentanti degli Enti locali campani di sostenere le richieste della Campagna.



Per info:

N:EA (Napoli, Europa, Africa): 081 660606; 339 4819858

Ufficio Stampa Campagna SBLOCCHIAMOLI: Ludovica Jona, l.jona@ongrc.org, 338 8786870









Programma: 18 novembre 2011

Università Orientale (Napoli)





Ore 10-14: Palazzo del Mediterraneo (aula T2), via Nuova Marina 59



Convegno “Sblocchiamo il diritto al cibo: cosa c’entrano i brevetti con la sovranità alimentare”

Modera: Alessandro Ventura - ONG N:EA (Napoli: Europa Africa)

Discutono:

- Alberto Lucarelli - Assessore ai beni comuni (Comune di Napoli)

- Gianni Cicia - docente di Agraria (Università Federico II)

- Alessandra Corrado -docente di Sociologia rurale (Università della Calabria)

- Renato Briganti - docente di Diritto pubblico (Università Federico II)

- Valentina Grado - docente di Diritto internazionale (Università L'Orientale)

- Ragnatela - Forum Europeo Sovranità Alimentare Nyeleni

- Giuliano Martiniello (Review Of African Political Economy) in collegamento skype da Nyeleni (Mali)



Ore 17:30 - 21:30 Università degli studi di Napoli "L'Orientale", Aula delle Mura Greche, Palazzo Corigliano, p.zza S. Domenico Maggiore

- Messa in scena de "Il caso Neem" - spettacolo teatrale a cura del Cies

- Proiezione del documentario "Genuino Clandestino", un film di Nicola Angrisano

- Proiezione del documentario "India's Choice", di Andrea Boni.



LA CAMPAGNA “Sblocchiamoli: Cibo, salute e saperi senza brevetti”

Promossa da un gruppo di ong, associazioni e università, la Campagna SBLOCCHIAMOLI nasce per impedire la trasformazione di cibo, salute e saperi, da beni comuni – da preservare e godere democraticamente – in beni privatizzati dal monopolio del brevetto, acquisibili solo a fronte di lucrose licenze di utilizzo. Gli eventi organizzati in Italia e Spagna hanno l’obiettivo di coinvolgere i rappresentanti degli enti locali nella tutela di diritti e beni comuni.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©