Cultura e tempo libero / Archeologia

Commenta Stampa

Domani al Mann presentazione del progetto Archeologia e sinestesia


Domani al Mann presentazione del progetto Archeologia e sinestesia
01/12/2011, 16:12

Venerdì 2 dicembre, alle ore 17, presso la sala Servizio Educativo del Museo Archeologico Nazionale di Napoli, verrà presentato il progetto “Archeologia e Sinestesia”. La presentazione, inserita negli appuntamenti della XVII edizione degli “Incontri di Archeologia” organizzati dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli e nel programma di diffusione della cultura scientifica, “L’arte dell’Agricoltura”, promosso dall’Istituto per la Diffusione delle Scienze Naturali, illustrerà i progetti sviluppati dallo stesso Istituto nell’area vesuviana. Il progetto è stato realizzato in collaborazione con la Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei.

“Archeologia e Sinestesia” è un progetto che mira ad una fruizione diversa dei beni culturali, in cui storia, scienza, arte e tecnologia si fondono per dar vita ad installazioni artistico-tecnologiche. Partendo da fonti storico-scientifiche, l’Istituto per la Diffusione delle Scienze Naturali ha progettato e sviluppato una serie di installazioni utilizzando la sinestesia: un’esperienza multisensoriale capace, allo stesso tempo, di coinvolgere emotivamente lo spettatore attraverso la vista, l’udito e l’olfatto e di fornire una serie di puntuali informazioni e riferimenti storico-scientifici sui siti oggetto della ricerca. Dall’”Eruzione Pliniana”, ricostruita sonoramente, il pubblico verrà introdotto poi nelle domus oggetto del progetto: Oplontis Villa A e Villa B (Il mito e il suono), Villa San Marco Stabia (Storie di acque e di fuoco), Fullonica di Stephanus Pompei (Pigmentum), Villa Rustica Casa Salese Sant’Antonio Abate (L’arte dell’agricoltura), Octavius Quartius – Loreio Tiburtino Pompei (Isia).

Il progetto verrà introdotto dall’ideatore Claudio Rodolfo Salerno, presidente dell’Istituto per la Diffusione delle Scienze Naturali, e si alterneranno interventi di Maria Stella Pisapia, Adriana Scuotto e Marilicia Longobardi che hanno curato l’aspetto scientifico di “Archeologia e Sinestesia”.

Il progetto sonoro è stato curato dagli artisti del suono Paola Ricciardi, Nicola Buono, Lino Monaco, Luigi Stazio e Luigi Turaccio. Le voci sono di Anita Pagano. Le installazioni video sono state prodotte da Stefano Cormino, Francesco Domenico D’Auria, Pier Paolo Patti e Raffaele Riccardi. Il progetto fotografico è stato curato da Gabriele Pierro. Il progetto olfattivo è stato sviluppato da Ersilia Nappo e da Federico Nappo. Il progetto tecnologico è stato ideato dall’Ing. Fulvio Liuzzi. Il coordinamento delle attività è stato curato da Dario Macellaro e Nicola Mercurio. Al programma “Archeologia e Sinestesia” hanno inoltre collaborato Martina Nunziata e Pasqualina Pasquetti.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©