Cultura e tempo libero / Teatro

Commenta Stampa

Domani al Napoli Teatro Festival Italia 2012 và di scena il nouveau cirque con Zimmermann & de Perrot


Domani al Napoli Teatro Festival Italia 2012 và di scena il nouveau cirque con Zimmermann & de Perrot
03/09/2012, 12:56

Cinque acrobati un po’ folli e una grossa scatola rotante che li mescola come gli ingredienti di una torta: questo è Hans was Heiri, il nuovo spettacolo del duo svizzero Zimmermann & de Perrot.  Circo, teatro, musica e danza contemporanea si fondono in un unico linguaggio che sfida qualsiasi classificazione. Hans was Heiri (un’espressione svizzero-tedesca che significa “alla fine è lo stesso”) si basa sulla convinzione che, di fronte a bisogni e desideri primari, tutti gli uomini sono sorprendentemente simili. Lo spettacolo, in scena domani al Teatro Mercadante alle ore 20,30, riflette con ironia e leggerezza sull’ansia che ciascuno di noi ha di assomigliare troppo o troppo poco al prossimo. Martin e Dimitri hanno creato, così, un piccolo universo abitato da cinque personaggi rinchiusi in quella che potrebbe sembrare una “lavatrice gigante” o una “ruota da criceto” come loro stessi la definiscono, in cui gli acrobati, mescolandosi, si scambiano abiti e ruoli. Zimmermann & de Perrot – una delle più interessanti compagnie del momento – è un team di circa quaranta persone che viaggia in tutto il mondo senza fissa dimora come una carovana da circo. Le loro sculture/performance pongono interrogativi sull’identità e sulle piccole e grandi disavventure quotidiane. In questo modo la compagnia, spettacolo dopo spettacolo, traccia un personalissimo percorso artistico che sfida qualsiasi definizione. «Costruiamo i nostri spettacoli a partire da piccoli gesti quotidiani, quelle azioni che ciascuno di noi compie quando è sicuro di non essere osservato. È così che scoviamo i personaggi, che creiamo gli spazi visivi e sonori: un sussulto, un istante di smarrimento, una stretta al cuore». Da domani si dà inizio ufficialmente alla seconda parte del Napoli Teatro Festival che riprende poi il 25 settembre con 7 spettacoli che inaugureranno le stagioni di alcuni teatri cittadini.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©