Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

Domani il concerto degli Gnut al Kestè Napoli


Domani il concerto degli Gnut al Kestè Napoli
05/02/2010, 09:02


NAPOLI - A partire dal prossimo 7 febbraio 2010 le domeniche live del Kestè saranno sull’asse Napoli-Pozzuoli, con due appuntamenti programmati, a partire dalle ore 22.30, negli spazi del Kestè Napoli e del Kestè D’Inner (Pozzuoli). Al Kestè Napoli il palco sarà per gli Gnut, band composta da Claudio Domestico (voce e chitarra), Piero Battiniello (basso, chitarra e cori), Carlo Maria Graziano (batteria). Nati artisticamente a Napoli nel 2002, in un’epoca dove la musica elettronica e quella elettrica sono i riferimenti musicali per milioni di ascoltatori, gli Gnut hanno scelto di intraprendere la loro ricerca musicale basandosi principalmente su strumenti acustici. Difatti due chitarre acustiche e un contrabbasso sono la base di questa ricerca che affonda le sue radici nel folk rock di matrice cantautorale (Dylan, Drake, Tim Buckley, De Andrè).
La ricerca di melodie che si alternano su tempi dispari è un chiaro riferimento al rock degli anni '70, altri incisi ricordano il blues piu classico e solare e gli sprituals del Mississipi, altri ancora la profondità di certe ballad alla Tom Waits. http://www.myspace.com/gnutmusic
Sono, appunto, di musicisti come Bob Dylan, Nick Drake, Tim Buckley, De Andrè le influenze rintracciabili nel sound della band e nelle liriche di Claudio Domestico, dedito ad una scrittura di getto, che risolve il processo compositivo in pochi minuti. Una scrittura quasi inconscia, che si delinea strada facendo, lasciando emergere lentamente immagini ed emozioni. Gnut è una band difficilmente catalogabile.
Il quartetto napoletano è, trasversalmente, caloroso, attraverso un blues vocale e melodico e la verve compositiva, un po' folle. Ma, soprattutto, lasciano ‘rotolare’ la musica invece di ragionare troppo con il cervello, e questo permette loro di mettere in pratica la sperimentazione.
Folk jazz, potrebbe essere definito il loro sound: folk in primo piano, con la base acustica di chitarra, violino, basso e una voce carismatica. Il jazz arriva coi tempi dispari marcati dal walkin' bass e dal sax, che fa da spartiacque tra la forma canzone e l'improvvisazione.
Al Kestè D’Inner (Pozzuoli), i musicisti Antonino Talamo e Alberto Falco proporranno uno special live set che attraverserà una selezione di brani che hanno ispirato la loro musica, unitamente ad interventi live. I live set sono dj set “arricchiti”. Musicisti, compositori e cantanti dei vari gruppi musicali ci presentano le loro compilation. I brani che li hanno ispirati. Un modo per conoscere un po’ più da vicino i gusti dei musicisti, cosa ascoltano e cosa li diverte. Serate uniche nel loro genere.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©