Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Domani sera a Paestum la grande danza di Julio Bocca


Domani sera a Paestum la grande danza di Julio Bocca
20/07/2011, 10:07

Capaccio-Paestum (Salerno), 19 luglio 2011 Un programma popolare e delizioso che unisce in un unica notte due secoli della produzione coreografica americana; un opportunità unica per ammirare lo splendore di una storica compagnia di danza nel suo primo tour internazionale. Il tutto condito dalle visioni di una acclamatissima super star della danza, che sulle scene ha incantato gli spettatori di mezzo Mondo, e da un anno si appresta a ripetere parte di quella leggenda pur rimanendo dietro le quinte.
È quanto aspetta gli spettatori del Paestum Festival domani, giovedì 21 luglio, quando nel Nuovo Teatro dei Templi (Area Archeologica – via Magna Grecia – ore 21.30) si esibirà il Balletto Nazionale dell’Uruguay SODRE diretto da Julio Bocca. La data è l’unica al Sud (e in assoluto una delle sole due date italiane) del suo primo tour europeo, promosso in occasione del Bicentenario della nascita dell’Uruguay e del 75° anniversario dalla formazione della Compagnia.
Una straordinaria “Noche de Danza” che rende omaggio alle più grandi coreografie latino americane del XX secolo, lavori di grande influenza su tutta la nuova generazione di artisti.
LO SPETTACOLO Il programma si apre con due lavori del coreografo venezuelano Vincent Nebrada, “Nuestros Valses” (del 1976) e “Doble Corchea” (del 1984), noto per l’interpretazione creativa del neoclassicismo latino americano. Si prosegue con “Adagietto” (del 1971), con cui il maestro Oscar Araiz dà vita alla teatralità, alle drammatiche suggestioni e alla pose poetiche emanate dalle pagine sinfoniche di Gustav Mahler incentrate sull’eterno tema dell’amore romantico in uno dei suoi più sublimi e tormentosi palchi musicali. Nel finale si esce dalla linea dello stile latino americano con una visione sul XXI secolo e lo stile contemporaneo casuale della coreografa argentina Ana Maria Stekelman di cui è proposta la sua più recente creazione basata sul ritmo popolare “Tango & Camdombe” (2011).

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©