Cultura e tempo libero / Tv

Commenta Stampa

Ma non sarà Mediaset a cederle

Dopo 11 anni, Europa7 avrà le sue frequenze


Dopo 11 anni, Europa7 avrà le sue frequenze
09/04/2010, 14:04

ROMA - Ci sono voluti ben 11 anni e molti interventi della magistratura, sia italiana che europea, ma finalmente l'obiettivo sembrerebbe essere stato raggiunto: a breve Francesco Di Stefano potrà iniziare le trasmissioni di Europa 7 sull'intero territorio nazionale. Questo doveva essere fatto già da 11 anni, cioè da quando nel 1999 Di Stefano soffiò a Retequattro il diritto a trasmettere su quelle frequenze pagando 12 miliardi di lire. Ma nè il governo di centro sinistra nè i governi Berlusconi hanno mai realizzato effettivamente la transizione, perchè ovviamente era interesse di Berlusconi mantenere attiva Retequattro, anche se da 11 anni trasmette illecitamente, in quanto privo della concessione.
Ma oggi è stata raggiunta l'intesa con il sottosegretario Paolo Romani che dovrebbe concedere ad Europa 7 le frequenze necessarie a coprire con le trasmissioni l'80% del territorio nazionale. Escluso che possa essere Mediaset a cederle - Berlusconi dovrebbe rinunciare alla copertura offerta dalle sue TV e questo rappresenterebbe un calo dei suoi introiti - non rimane che la Rai, che già in passato aveva ceduto alcune frequenze del TG1, quando il governo tentò di raggiungere un primo accordo con la TV di Di Stefano.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©