Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Doppio appuntamento a Villa San Michele con i Concerti al Tramonto e il Napoli Teatro Festival Italia


Doppio appuntamento a Villa San Michele con i Concerti al Tramonto e il Napoli Teatro Festival Italia
05/07/2012, 11:07

Dopo l'esaltante serie di incontri che si sono susseguiti, dalla cerimonia per la nomina a Consolato On. all'inaugurazione della toccante mostra fotografica “La Città Dolente”, in esposizione fino al 31 luglio (ore 9,00-18,00), anche venerdì 6 luglio, grazie a una serata ricca di eventi, la casa museo del medico e scrittore Axel Munthe si conferma il luogo più ambito delle manifestazioni capresi.

Alle 20,00 il quarto appuntamento con la rassegna Concerti al Tramonto porterà la firma del soprano Ida Falk Winland, pluripremiata cantante lirica svedese, direttamente dal Teatro alla Scala di Milano che, con il brillante pianista Matti Hirvonen, artista di grande versatilità, sarà interprete di un bellissimo recital, all'interno dell'antica cappella, dedicato a Stenhammar, Strauss e Schubert.

Alle 0re 22,00 si alzerà invece il sipario sullo spettacolo Giovanna d'Arco di Maria Luisa Spaziani, interpretata da Gaia Aprea, per la regia di Luca De Fusco, che darà il via alla prima di cinque rappresentazioni (7,8,9,10 luglio alle ore 20,30 le successive) inserite nel programma Passeggiate teatrali organizzato dalla Fondazione Campania dei Festival. La messa in scena avrà luogo sul monte Barbarossa e rappresenta un ritorno a Villa San Michele, dopo 15 anni dal memorabile successo che l'attuale direttore del festival riscontrò con la pièce “Cronache Italiane”, ricavata dall'opera omonima di Stendhal, cui prestarono il volto Amanda Sandrelli e Luigi Diberti.

Nell'attesa dei due spettacoli, il bar caffetteria Cafè Casa Oliv resterà aperto per permettere agli spettatori di ammirare la vista sul golfo di Napoli da una delle terrazze più suggestive dell'isola di Capri, rinfrescandosi con una bevanda, o mangiando uno stizzichino.

La kermesse Concerti al Tramonto, organizzata dalla Fondazione Axel Munthe, diretta del sovrintendente Peter Cottino, la cui direzione musicale è affidata al pianista svedese Love Derwinger, continuerà fino al 10 agosto ed è realizzata con il sostegno del Consiglio della Cultura dello Stato Svedese, con il patrocinio dell'Ambasciata di Svezia e con il contributo di Progetto Piano.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©