Cultura e tempo libero / Tv

Commenta Stampa

Dr House: sesso, droga e armi sul set


Dr House: sesso, droga e armi sul set
24/07/2010, 17:07

 A rendere ‘nevrotico’ il personaggio del Dr House potrebbe essere la vita sul set. Carl Jones (ex assistente di produzione), infatti, ha parlato delle pause che ci sono tra un ciak e l’altro, scandite da sesso e droga. Lo stesso Jones ha chiesto un risarcimento di un milione di dollari alla Universal perchè ritiene di essere stato licenziato per non aver mai partecipato a questi ‘festini’.

“I party sul set erano praticamente una quotidianità” – ha detto Jones – “e chi non vi partecipava veniva escluso o perfino licenziato”. Nella denuncia depositata in tribunale sono contenute le descrizioni di queste ‘pause’, che comprendevano visite a strip bar, sesso sul set, giochi in cui l’obiettivo era drogarsi e/o ubriacarsi, lanci di coltelli e giochi con pistole.

Prima di essere licenziato, Jones è stato anche insultato con parole quali ‘frocetto’, ‘fighetta’, ‘schiavo’, ‘idiota’.

La Universal, intanto, ha deciso di non fare commenti sulla vicenda.

Commenta Stampa
di Luana Rescigno
Riproduzione riservata ©