Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Iniziativa della Curia: sindacati e imprese coesi

Dramma disoccupazione, parte il Giubileo per il lavoro a Napoli


.

Dramma disoccupazione, parte il Giubileo per il lavoro a Napoli
26/05/2011, 17:05

NAPOLI – Il dramma disoccupazione, la precarietà, le proteste degli operai che da Genova a Castellammare infiammano il paese. In questo scenario parte il Giubileo del Lavoro organizzato dalla Curia Arcivescovile di Napoli, una giornata di dibattito in cui le maggiori sigle sindacali, le piccole e medie imprese e le associazioni, si confronteranno per far ripartire il mondo del lavoro nella città di Napoli.
Durante la presentazione nella Sala Multimediale della Curia Arcivescovile, le organizzazioni sindacali, le associazioni imprenditoriali, hanno ribadito il pieno sostegno all’appello lanciato dal Cardinale Sepe in occasione dell’apertura del Giubileo per Napoli e, per questo, hanno condiviso l’impegno a unire e concentrare gli sforzi per realizzare iniziative e progetti mirati ad accompagnare e a sostenere tutti quei cittadini che soffrono per la precarietà o la mancanza di occupazione. L’obiettivo è quello di promuovere concrete e chiare opportunità di lavoro, contrastando modalità irregolari e illegali, facendo ferma opposizione alle attività della criminalità organizzata.
In tale ottica è stato sottoscritto un documento congiunto in cui si sono fissati precisi obiettivi da perseguire nell’arco dell’Anno Giubilare ed oltre.
Delle finalità condivise e delle intese raggiunte si parlerà nel corso della conferenza stampa che si terrà alle ore 12 di giovedì 26 maggio 2011, nella Sala Multimediale della Curia Arcivescovile, Largo Donnaregina, in vista del Giubileo del Lavoro che verrà celebrato al Centro Direzionale di Napoli, nel piazzale antistante la Chiesa di San Carlo Borromeo, a partire dalle ore 10 di sabato 28 maggio 2011. Sarà quella l’occasione per formalizzare l’impegno comune volto al riscatto della Città e, nello specifico, in favore dei giovani, di coloro che hanno un lavoro precario o hanno perso il lavoro, di quanti aspettano una opportunità occupazionale.
E’ prevista la partecipazione di circa 5.000 persone. Si è convenuto che, durante la manifestazione, nessuna organizzazione caratterizzerà la partecipazione dei propri associati con bandiere e vessilli. Di contro, saranno distribuite a tutti i partecipanti bandiere e gadget con il solo logo del Giubileo per Napoli.

Commenta Stampa
di Claudia Annunziata
Riproduzione riservata ©