Cultura e tempo libero / Letteratura

Commenta Stampa

Due cuori per una Regina da Guida Portalba


Due cuori per una Regina da Guida Portalba
03/05/2011, 09:05

Il 4 maggio alle ore 17.30 a Napoli, presso la Saletta Rossa della Casa Editrice Guida, il sociologo e scrittore Prof. Domenico De Masi, il giornalista Ermanno Corsi e gli Autori presenteranno”due cuori per una Regina”, romanzo “misto di storia e d’invenzione” che avendo per sfondo la II° e III° guerra di indipendenza si sofferma sulla drammatica fine del Regno di Napoli e della Monarchia Borbonica nel 1860-61 in una prospettiva che, senza tralasciare le ragioni dei vincitori, prende a cuore quelle dei vinti.

Lo stile del romanzo non segue la moda letteraria ma si sviluppa in limpide sequenze dando rilievo ai sentimenti ed all’umanità dei protagonisti, anche se l’ironia smorza ogni possibile retorica e i personaggi a volte fanno sorridere per il garbo, spesso ingenuo, con cui si avvicinano alla realtà storica senza tentare di possederla.Ha un ruolo centrale nell’opera la Regina Maria Sofia, giovanissima sposa di Francesco II di Borbone, sorella di Sissi Imperatrice d’Austria e simbolo della Resistenza del Meridione all’‘invasione’ dei Savoia. A Gaeta il barone Angelo dell’Orso, affascinato dalla Regina, va a combattere per lei e la salva dalla morte e, sempre a Gaeta, l’ufficiale piemontese Eugenio Montaldo s’innamora follemente di Maria Sofia e decide di dare una svolta al proprio destino.Grazie ad un’attenta ricerca storica e ad una narrazione appassionante, ricca a volte di eventi e situazioni frutto di fantasia, la lettura scorre veloce alla fine delle 416 pagine del libro.Uno dei messaggi-chiave e forse la sintesi del romanzo è che anche i sentimenti e le passioni degli uomini possono cambiare il mondo, non soltanto i grandi eventi collettivi. Questo è il tema dominante che Mario e Mariella Colonna ci fanno conoscere attraverso il continuo intrecciarsi di eventi storici sullo sfondo e di personaggi in primo piano, movimentando la rievocazione del periodo più eroico e controverso dell’Unità d’Italia, volta a riscoprirne al vivo i valori lasciati spesso in ombra dalle polemiche post-unitarie.Scrivere a quattro mani è sempre difficile e complicato ma i due autori Mario e Mariella Colonna Filippone, marito e moglie da lunghi anni, uniti nello stesso intento e mossi dalla stessa curiosità e amore per la scrittura e la storia sono qui riusciti a rendere efficacemente uno spaccato di storia e soprattutto un personaggio che la storiografia ufficiale mantiene costantemente in ombra.

Mario Colonna, giurista impegnato da anni per l’Europa federalista, appassionato di Storia e d’Arte e bibliofilo si è lasciato coinvolgere nell’attività letteraria della moglie Mariella, impegnata da anni nella sperimentazione di nuove forme espressive e nella scoperta degli universi della parola, che al proprio attivo ha un Prix Italia Rai nel ’79 e il Premio Teatro Sacro a Lucca nell’86 con la “Follia di Giovanni” di cui è coautrice con Paola Gaglianone.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©