Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

E IO PAGO!


E IO PAGO!
14/07/2008, 10:07

Questo celebre aforisma di Antonio de Curtis, in arte Toto', potrebbe essere pronunziato da tutti gli utenti Sky, che negli ultimi tempi hanno ricevuto notizia che i costi dei pacchetti che sono a disposizione degli utenti salgono di due o tre euro l'uno; mentre l'abbonamento è salito di 7 euro al mese, 84 euro all'anno. Non sono noccioline. Ma agli utenti è stato detto che si tratta di un "cambio di politica commerciale", in quanto potranno disporre gratuitamente dell'Alta Definizione e del servizio Mysky, in pratica un decorder con videoregistratore. Ma è chiaro che l'aumento di prezzo non vale un servizio che a pochi utenti interessa, tanto che finora il servizio era disponibile, ma pagando un extra. E pochi hanno dimostrato interesse per questa cosa. tanto che su Internet infuriano le proteste degli utenti che cominciano a pensare di disdire questo o quel pacchetto, quando non l'intero abbonamento.

Anche su Mediaset pensano che stanno guadagnando poco, evidentemente. A parte l'aumento invisibile ma progressivo nel corso della giornata di pubblicità varie ed assortite, stupisce quello che sta avvenendo durante i Gran Premi del Motomondiale, di cui Mediaset ha l'esclusiva in Italia. Fino ad un po' di tempo fa trasmettevano al massimo un pacchetto di sport, per non rischiare la disaffezione del cliente, che non voleva perdere il sorpasso, magari decisivo, durante quei 5 lunghi minuti di spot (che equivalgono anche a 3-4 giri, su una distanza di 20-25 giri di una gara di Motomondiale). Da qualche anno, hanno preso l'abitudine di dedicare allo spot i nove decimi dello schermo, mantenendo un riquadro in basso a sinistra in cui si trasmettono le immagini della gara. Da allora gli spot sono aumentati, arrivando anche a 3-4 pacchetti nel corso di una gara, equivalenti a più di 10 minuti di pubblicità su 40-45 di gara (in media). Tanto, loro hanno l'alibi del riquadrino. E' chiaro gli appassionatio di motociclismo protestano, ma intanto lo spot viene trasmesso e Mediaset incassa. E sia Mediaset che Sky incassano a spese dei poveri utenti che hanno servizi di qualità sempre più bassa a costi sempre più esorbitanti (bisogna ricordare che gli spot su Mediaset non sono gratis e che quello che le società spendono in pubblicità poi lo paghiamo noi consumatori quando acquistiamo quel bene? ndr).

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©